In primo piano

Anche quest'anno l’impegno profuso dalla Città di Venezia per il Giorno della Memoria è valso un poderoso sforzo collettivo, non deciso a tavolino o imposto dall’alto, ma espressione della città intesa come Civitas, parola che unisce la nozione di “comunità organizzata” con l’idea di “Civiltà”; un lavoro che ha visto coinvolti il Comune di Venezia accanto alla molteplicità di associazioni diffuse sul territorio, attraverso contributi specialistici e trasversali, ciascuna nel proprio ambito d’azione e comunicativo.
Questo “fermento diffuso” ha dato luogo all'articolato calendario odierno, eterogeneo ed indirizzato a diverse tipologie di pubblico, dalla platea già consapevole fino ai ragazzi delle scuole. E’ una partita a più voci sul tavolo di una resistenza civile armata solo di idee e creatività, contro i rischi sempre latenti di una rimozione collettiva di una storia che riguarda tutti.
A Carnevale l'appuntamento è anche a teatro! Il Teatro Toniolo e il Teatro Momo di Mestre partecipano ai festeggiamenti con tante proposte di spettacolo e intrattenimento: la grande danza internazionale, le produzioni più attese del teatro di prosa, i concerti di grandi interpreti del panorama internazionale, senza dimenticare gli spettacoli più divertenti per il pubblico dei più giovani... Ce n'è per tutti i gusti! Dagli spettacoli in abbonamento a occasioni uniche: non perdete il Gran Galà dell'Operetta, una serata d'allegria e buona musica con le arie più famose e le scene più divertenti dai capolavori della "piccola lirica" e i balletti sui più celebri brani di J. Strauss...
Musica , Centro Culturale Candiani , 23 Gennaio 2015
Uno spettacolo sul repertorio Americano registrato fino agli anni '40 e sul repertorio est-europeo precedente agli anni '30 giunto fino a noi, attingendo però a piene mani alla musica improvvisata, al cabaret, e all'uso musicale di oggetti di uso comune. I Minimal Klezmer presentano al Candiani l'incontro tra la cultura musicale ebraica folkloristica proveniente dall'est-europa con la cultura afroamericana dei primi decenni del 900...
Teatro , Teatro Fondamenta Nuove , 27 Gennaio 2015
Quella narrata è la storia minore, che solitamente si perde, che ci racconta del logorio di trincea, della dipendenza dall’alcool, della morte per fuoco amico, della voglia di diserzione, ma è anche una storia di amicizie, di affetti e di tutto quanto la guerra, in ogni tempo e luogo cancella e schiaccia senza alcun diritto trasformando la vita in orrore...

Non è stato creato alcun contenuto per la prima pagina.