XXIV Stagione di Musica Sinfonica e da Camera 2009 - 2010

Quartetto Belcea

Mestre Teatro Toniolo
Martedì 1 Dicembre 2009 - 21:00
 

Quartetto Belcea
Corina Belcea-Fischer

Corina Belcea-Fischer, violino

Laura Samuel, violino

Krzysztof Chorzelski, viola

Antoine Lederlin, violoncello

Valentin Erben, violoncello (dal Quartetto Alban Berg)



Programma

F.J. Haydn
Quartetto op. 20 n. 2 in Do maggiore Hob III 32


D. Shostakovich
Quartetto n. 14 in Fa diesis maggiore op. 142


F. Schubert
Quintetto per archi in Do maggiore D 956


Programma generale

Abbonamenti / Biglietti


Negli ultimi anni il Quartetto Belcea si è affermato come uno dei maggiori quartetti e il successo nel panorama internazionale della musica da camera continua inarrestabile, sostenuto da un ampio consenso da parte sia della critica che del pubblico.


Il Quartetto Belcea si è costituito al Royal College of Music nel 1994 sotto la guida del Quartetto Chilingirian, di Simon Rowland-Jones e del Quartetto Amadeus. Dal 1997 al 2000 ha studiato con il Quartetto Alban Berg e ha vinto nel 1999 il Primo Premio ai Concorsi Internazionali di Osaka e Bordeaux; per tre anni consecutivi è stato scelto per la serie "New Generations" della BBC Radio 3. Ha inoltre ricevuto il premio Chamber Music Award della Royal Philharmonic Society sia nel 2001 che nel 2003 ed è stato nominato Associate Ensemble alla Guildhall School of Music and Drama.


Il Belcea è Quartetto Residente all'Atheneum Concert Hall di Bucarest. Il Belcea ha un contratto in esclusiva con EMI e ha vinto il "Gramophone Award" nel 2001 per il miglior debutto discografico. Le successive incisioni per EMI includono i principali quartetti di Schubert, l'op. 51 n. 1 e il secondo Quintetto per archi di Brahms con Thomas Kakuska, il Quintetto La trota di Schubert con Thomas Adès e Corin Long, La Bonne Chanson di Fauré con Ian Bostridge, un doppio CD comprendente i quartetti di Britten, i quartetti Dissonanze e Hoffmeister di Mozart, e l'integrale dei Quartetti di Bartok per la quale il Belcea è stato nominato "Chamber Music Ensemble of the Year 2008" dal prestigioso Echo Klassik Award. Oltre alle collaborazioni con Yvonne Kenny, Mark Padmore e i London Winds per The Turn of the Screw di Britten al Cheltenham Festival 2004, i numerosi progetti con cantanti includono: Des Knaben Wunderhorn di Mahler con Ann Murray e Simon Keenlyside a Wigmore Hall; il secondo quartetto di Schönberg e una nuova opera di Joseph Phibbs per quartetto d'archi e voce con Lisa Milne a Wigmore Hall; La Bonne Chanson di Fauré con Anne Sophie von Otter alla Cité de la Musique e con Ian Bostridge alla Zankel Hall di New York; Il Tramonto di Respighi con Angelica Kirchschlager al Langeland Festival.

Gli impegni internazionali hanno portato il Belcea a esibirsi nei maggiori teatri, tra cui Konzerthaus e Musikverein di Vienna, Concertgebouw di Amsterdam, Palais des Beaux Arts di Bruxelles, Gulbenkian di Lisbona, Tonhalle di Zurigo, Konzerthuset di Stoccolma, Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Sala Verdi di Milano, Théatre du Châtelet di Parigi.


Tra i maggiori Festival: Schwarzenberg Schubertiade, Istanbul, Luberon, Trondheim, Edinburgo, Cheltenham, Aldeburgh e Salisburgo.

Il Belcea lavora stabilmente con numerosi artisti, tra cui Thomas Adès, Isabelle van Keulen, Valentin Erben, Imogen Cooper, Ian Bostridge, Paul Lewis, Natalie Clein e Piotr Anderszewski.


| | Altro