Il Teatro Toniolo di Mestre in testa alla classifica del giornale dello spettacolo per numero di spettatori

Mestre, Teatro Toniolo

Ciak si gira!
Arturo Brachetti

Nella classifica nazionale della Borsa Teatro stilata dallo specializzato Giornale dello Spettacolo per il periodo 1/7/2010 - 28/2/2011 il Teatro Toniolo di Mestre si è posizionato tra i primi 30 Teatri nazionali su un totale di 328 teatri presi a riferimento in ambito italiano.

Il Toniolo raggiunge questo primato, tra i teatri di prosa a livello nazionale, grazie ad un'ottima performance per riempimento della sala che raggiunge la quota dell'81%.

Si tratta di un consolidato e grande risultato che, grazie all'impegno del Comune di Venezia, rende merito all'alta qualità della programmazione e riconferma l'affetto del pubblico veneto per questo Teatro metropolitano che ha acquistato sempre più centralità nella ricca programmazione culturale dell'entroterra veneziano e oltre. Vale la pena inoltre sottolineare che gli altri teatri in vetta alla classifica sono collocati in città capoluogo con percentuali di abitanti di molto superiori all'area di influenza del Toniolo di Mestre.

È un risultato che rappresenta una grande soddisfazione per l'Amministrazione Comunale e per tutti i soggetti che concorrono al successo di questo importante contenitore di emozioni.


Moltissime dunque le presenze. Sono infatti 36.600 (fino al 28/2/2011) gli spettatori che hanno scelto il Teatro Toniolo per assistere agli appuntamenti delle sole Stagione di Prosa e Rassegna di Danza Verso L'Universo promosse dal Comune di Venezia e da Arteven Circuito Teatrale Regionale, senza considerare quelle di musica e di teatro comico.

Alla data odierna si è raggiunto il traguardo di quasi 60.000 presenze per il solo Teatro Toniolo, considerando tutte le rassegne.

Per quanto riguarda i teatri regionali, nella classifica nazionale, che si apre con il prestigioso Teatro Sistina di Roma, dietro al Teatro Toniolo che si piazza al 30° posto e vanta l'81% di riempimento medio - contro il 43% del Geox di Padova - troviamo al 43° posto il teatro Verdi di Padova, al 44° il Teatro Nuovo di Verona.


foto di Max Pucciariello
Bothanica

Sul fronte abbonamenti, il teatro registra, rispetto alla stagione precedente, un netto aumento degli abbonati alla Stagione di Prosa con ormai più di 2.350 abbonati e un deciso incremento del neonato turno del giovedì pomeriggio, partito in sordina la scorsa stagione e quest'anno triplicato arrivando a quota 199. Solo salite così a sei le repliche per otto dei titoli in cartellone


Fra gli spettacoli maggiormente premiati dal pubblico segnaliamo i sempre apprezzatissimi Momix, poi per la stagione di prosa Arturo Brachetti nel suo Brachetti, Ciak si gira! , Roman e il suo cucciolo con Alessandro Gassman ma anche la coppia Giuseppe Battiston e Gianmaria Testa con il loro 18 mila giorni-il pitone mentre per gli appuntamenti di danza Lo Schiaccianoci del Rousse State Ballet con i solisti del Sofia National Ballet e la compagnia italiana R.B.R. con lo spettacolo omaggio ai quattro elementi.


Anche la stagione del teatro comico ha subito un'impennata di richieste tale da sospendere la vendita degli abbonamenti, che per i due turni sono passati da 764 a 957, a pochissimi giorni dall'inizio della campagna abbonamenti per lasciare posto alla vendita dei biglietti che, hanno realizzato un immediato sold-out per gli spettacoli in cartellone.


Ale&Franz

E' bastata la prima ora di apertura della biglietteria per esaurire tutti posti a disposizione per gli spettacoli di Ale&Franz e Antonio Albanese, ma anche per Paolo Rossi, Teresa Mannino e Alessandro Bergonzoni i biglietti in prevendita sono terminati in pochissimi giorni.

Praticamente tutte le date degli spettacoli previsti in cartellone sono andate esaurite, confermando così il successo della stagione Comics e Dintorni organizzata con la collaborazione di Venezia Spettacoli.


Per quanto riguarda la Stagione di Musica Sinfonica e da Camera, organizzata con la collaborazione dell'Associazione Amici della Musica di Mestre la stagione appena terminata al Teatro Toniolo sarà ricordata a lungo come la stagione dei record.


Radu Lupu

Le cifre:

5.483 presenze nella stagione 2009-2010, che pure aveva fatto registrare un + 25% ;

8.153 presenze nella stagione 2010-2011!

Abbonamenti da 362 a 382.

Biglietti più che raddoppiati, da 1.863 a 3.951!

In effetti dall'1 febbraio il Teatro ha potuto registrare praticamente sempre il tutto esaurito, anche nelle doppie repliche, un esempio su tutti, il progetto La Città che Canta che quest'anno proponeva i Carmina Burana eseguiti dai Cori polifonici di Mestre e Venezia.

Rassicurante è stata la presenza in notevole aumento dei giovani, sia in abbonamento, sia nelle promozioni di Giovani a Teatro, sia attraverso la formula dei gruppi organizzati, molto richiesta in particolare da alcune scuole di musica.

Un ringraziamento particolare va alla Banca Santo Stefano di Martellago per il determinante appoggio fornito, con il finanziamento del concerto inaugurale di Radu Lupu. L'ottima partenza della rassegna è stata la chiave di volta del suo successo.


La risposta del pubblico si è rivelata indubbiamente straordinaria e la "trepida attesa dei risultati" si è finalmente conclusa con enorme soddisfazione.

I dati raccolti premiano il valore artistico di una programmazione che fa delle intersezioni di linguaggi e di generi artistici la propria formula vincente, ma confermano anche la validità del modello organizzativo e di gestione messo a punto dall'amministrazione comunale, impegnata da sempre a trasformare lo spazio teatrale da edificio chiuso a  "spazio aperto", a cantiere in continua evoluzione, pronto cogliere i rapidi mutamenti della platea e della scena cittadina.


Eventi realizzati in: Teatro Toniolo