Io Sono Musica 2011/12

Orchestra di Padova e del Veneto

Mestre Teatro Toniolo
Giovedì 9 Febbraio 2012 - 21:00
 
Steven Isserlis
 

Direttore e solista Steven Isserlis violoncello

Direttore Carlo Goldstein



Programma

Joseph Haydn

Sinfonia n. 13 in re maggiore


Luigi Boccherini

Concerto in sol maggiore per violoncello e orchestra


Alexandr Glazunov

Concerto in la minore op. 71 per violoncello e orchestra


Sergej Prokofiev

Concertino op. 132 per violoncello e orchestra (completato da M. Rostropovic ed orchestrato da Vladimir Blok - 1996 - Cadenza di Olli Mustonen)


Torna al Programma

BIGLIETTERIA

 

Al Teatro Toniolo, il 9 febbraio alle 21.00, per la rassegna di musica sinfonica e da camera di Mestre, organizzata dal Comune di Venezia, Assessorato alle Attività culturali in collaborazione con l’associazione Amici della musica di Mestre, si terrà il concerto del direttore e violoncellista Steven Isserlis accompagnato dall’Orchestra di Padova e del Veneto e dal direttore Carlo Goldstein.

 

Steven Isserlis, acclamato per la sua sensibilità musicale quanto per la sua strepitosa tecnica strumentale, è uno dei più celebri violoncellisti di oggi. Interessato alla musica barocca su strumenti d'epoca, ma anche fiero sostenitore della musica contemporanea, il suo vasto repertorio spazia da Bach a John Tavener, da Haydn a Prokofiev.

 

Il pubblico del teatro Toniolo vedrà Steven Isserlis nella duplice veste di direttore dell'Orchestra di Padova e del Veneto e violoncello solista, impegnato in un programma a due volti.

 

Barocco nella prima parte, con la Sinfonia in re maggiore Hob. I:13 di Joseph Haydn e il Concerto n. 3 in sol maggiore G 480 per violoncello e archi di Luigi Boccherini. Novecentesco nella seconda con Due pezzi op. 20 per violoncello e orchestra – Melodie e Sérénade espagnole – di Alexander Glazunov, Chant du Ménestrel op. 71 per violoncello e orchestra, pure di Alexander Glazunov, per finire con il Concertino op. 132 per violoncello e orchestra di Sergei Prokofiev, composizione completata da Msitislav Rostropovich, edita e orchestrata nel 1996 da Vladimir Blok, con la cadenza nell'andante di Olli Mustonen.

 

Nella seconda parte del programma Steven Isserlis si esibirà esclusivamente come solista, mentre al suo posto a dirigere l'Orchestra di Padova e del Veneto sarà Carlo Goldstein.

 


Steven Isserlis

 

Acclamato per la sua sensibilità musicale quanto per la sua strepitosa tecnica strumentale, Steven Isserlis è uno dei più celebri violoncellisti di oggi.

Tra i maggiori impegni della stagione scorsa spiccano i concerti con Filarmonica di Berlino/Alan Gilbert, Philharmonia Orchestra/András Schiff, Cleveland Orchestra/Ton Koopman, Vienna Symphony/Thomas Dausgaard, Swedish Radio Symphony/Daniel Harding, Washington National Symphony/Vladimir Ashkenazy, NHK Symphony/Tadaaki Otaka; solista e direttore con Mahler Chamber Orchestra e Academy of St Martin in the Fields; recital con Olli Mustonen e Stephen Hough; artista residente a Wigmore Hall.

Nella stagione 2011/12 Isserlis suonerà con Zurich Tonhalle Orchestra e David Zinman, Leipzig Gewandhaus Orchestra e Jakub Hrusa, DSO Berlin e Leonard Slatkin, Gulbenkian Orchestra e Susanna Mälkki, BBC Scottish Symphony Orchestra e Donald Runnicles; terrà recital a Bruxelles, Budapest, Bonn, BadenBaden, Hong Kong, Toronto e Baltimora; presenterà l’opera completa di Beethoven per violoncello e pianoforte con il fortepianista Robert Levin a Londra, New York e San Francisco; e ha ideato una serie di concerti da camera per Wigmore Hall con i cantanti Mark Padmore, Lucy Crowe e Isabel Bayrakdarian.

L’interesse dell’artista per gli strumenti d’epoca lo ha portato a esibirsi insieme alle più importanti orchestre di strumenti originali tra cui l’Orchestra of the Age of Enlightenment, Academy of Ancient Music, Philharmonia Baroque, lavorando regolarmente con direttori quali Ton Koopman, Philippe Herreweghe, Richard Egarr e Nicholas McGegan. Isserlis è anche un fiero sostenitore della musica contemporanea e ha presentato numerose opere tra le quali The Protecting Veil di John Tavener, Cello Concerto in One Movement di Wolfgang Rihm e Lieux retrouvés di Thomas Adès.

Attraverso una discografia pluripremiata Isserlis rivela la vastità del suo repertorio. La registrazione delle Suites di Bach per Hyperion ha ricevuto il premio Instrumental Disc of the Year e Critic’s Choice della prestigiosa rivista Gramophone. Oltre al CD dedicato a Schumann insieme a Denes Varjon, ha registrato le Sonate di Brahms con Stephen Hough e un disco di opere per violoncello e ensemble da camera.

Scrivere e suonare per i bambini è un’altra passione di Isserlis. I suoi libri sulla vita dei grandi compositoriWhy Beethoven Threw the Stew” e “Why Handel Waggled his Wig” sono stati pubblicati da Faber & Faber e tradotti in molte lingue, tra cui l’italiano. Inoltre Isserlis ha registrato Children’s Cello con Stephen Hough e ha scritto tre favole musicali insieme alla compositrice Anne Dudley pubblicate da Universal Edition.

Insignito di un CBE nel 1998 in riconoscimento per il lavoro svolto al servizio della musica, Steven Isserlis ha inoltre ricevuto il Premio Schumann della Città di Zwickau.

Suona lo Stradivari “Marquis de Corberon” (Nelsova) del 1726 prestatogli dalla Royal Academy of Music.

 

 

Carlo Goldstein 

 

E' tra i giovani direttori d'orchestra emergenti del panorama internazionale. Dopo la vittoria del primo premio all'International Conducting Competition di Graz nel 2009 ha iniziato un'intensa attività in Italia e all'estero. Tra i prossimi impegni, oltre alla direzione del “Boris Godunov”  al Palau de les arts di Valencia, di “Così fan tutte” a San Pietroburgo e altri presenze al Teatro Massimo di Palermo e al Verdi di Trieste, c'è all'inizio dell'estate 2012 la direzione di alcune recite di “Carmen” alla Fenice di Venezia.



| | Altro
Area d'interesse: Io Sono Musica 2011/12

Eventi realizzati in: Teatro Toniolo