Io Sono Danza 2012/13

New Classical Ballet of Moscow

Mestre, Teatro Toniolo
Sabato 29 Dicembre 2012 - 21:00
Domenica 30 Dicembre 2012 - 16:30
galleria foto


 
Spettacolo del 30 dicembre alle ore 16.30 - FUORI ABBONAMENTO


Foto di scena
IL LAGO DEI CIGNI
Balletto in due atti e quattro scene


Musica di Pyotr Ilyich Tchaikovsky

Coreografia di M. Petipa, L. Ivanov - adattamento A. Ustianzev

Libretto di V. Begishev, V. Gelzer - adattamento A. Ustianzev

Scene di V. Kamaleeva

Costumi di V. Kulicenko



29/12 ore 17.00

Schermo Danzato

 

29/12 ore 20.20

Incontri con la danza


29/12 ore 21.00

Progetto Supporter

MARTINA MINNITI E DAVIDE D’ELIA

Le Corsaire

Pas de Deux degli innamorati



Programma

BIGLIETTERIA


Sinossi


Atto I - scena I - L'esterno del castello

Gli amici del Principe Siegfried festeggiano il suo compleanno. Il giullare preferito del Principe è di buon umore, mentre Siegfried, per passare il tempo, civetta con alcune contadine. Interviene la Regina Madre che rimprovera il figlio per il suo comportamento sconsiderato e gli ricorda che è giunto il momento di scegliersi una sposa e che dovrà sceglierla fra le nobili vergini che gli verranno presentate.

I festeggiamenti riprendono ma ormai la felicità del Principe è svanita. I suoi compagni gli propongono di andare a caccia per risollevargli il morale.


Atto I - Scena II - La riva del lago

Arrivato alla sponda del lago il Principe avvista un cigno che, sotto i suoi occhi, si trasforma miracolosamente in una bellissima creatura, parte fanciulla, parte uccello. Ella gli racconta di essere la principessa Odette, vittima, come le sue compagne, dell'incantesimo di un mago: solo a mezzanotte, per un'ora, esse possono riprendere sembianze umane, spiega con tristezza al Principe. Profondamente innamorato, promette a se stesso che la sposerà e rinnegherà le altre donne. Odette si trasforma in cigno e mentre se ne va Siegfried raccoglie una piuma caduta.


Atto II - scena I - Il salone del castello

Al castello, la sera seguente, è in corso la festa di compleanno del Principe Siegfried durante la quale gli vengono presentate quattro fanciulle. Egli le rifiuta tutte con disapprovazione della Regina Madre. Desidera solo Odette, e a stento riesce a distogliere lo sguardo dalla piuma che ha raccolto. Improvvisamente fa il suo ingresso Rothbart travestito da cavaliere con la figlia, Odile, straordinariamente somigliante a Odette. Credendo di trovarsi in presenza della vera principessa-cigno, Siegfried le va incontro per salutarla, ma lei, cigno nero, scompare. Al comando di Rothbart, cominciano danze spagnole e napoletane, czarde e mazurke. Odile appare e scompare, infine danza per il Principe infatuato. La Regina è contenta dell'interesse del figlio per una potenziale moglie. Egli chiede la mano di Odile, convinto che sia Odette, e le giura fedeltà donandole la piuma che aveva precedentemente raccolto. Odile la consegna a Rothbart. Tutti escono, tranne il Principe che intravede Odette, tremante e in lacrime dietro l'ingresso. Il Principe, che ha capito di essere stato ingannato, abbandona precipitosamente il castello per raggiungere la sua amata Odette e implorare il suo perdono.


Atto II - scena II - La riva del lago

Le fanciulle-cigno, tristemente raccolte intorno a Odette, hanno ormai perso ogni speranza di riconquistare la libertà ora che Siegfried ha tradito Odette per Odile. Sopraggiunge il Principe che supplica Odette di perdonarlo, ma purtroppo non c'è speranza. Egli ha rotto il voto e la vita di Odette è perduta. I due fidanzati devono separarsi e lei dà l'addio a Siegfried, affranto dal dolore. Ma lo stregone non è ancora soddisfatto e scatena una tempesta sulle spiagge del lago. Siegfried si dibatte fra le onde finché le forze gli vengono a mancare. Odette, disposta al sacrificio, si getta nel lago per salvarlo. Il potere di Rothbart è distrutto dal potere del vero amore e il mago muore. L'incantesimo è rotto. Nello stesso istante Odette riprende le sue sembianze umane; Siegfried e Odette all'alba che sorge sul lago scintillante, sono finalmente uniti per sempre.



New Classical Ballet of Moscow


Il New Classical Ballet of Moscow è una giovane Compagnia privata di balletto russo fondata all'inizio degli anni 2000 a Mosca con lo scopo di salvaguardare la grande tradizione del balletto classico russo, arricchendola attraverso il confronto tra le varie versioni coreografiche, in particolare russe, che si sono susseguite e maggiormente distinte.

Il Corpo di ballo è formato da ballerini provenienti dalle migliori accademie di danza di Mosca, San Pietroburgo, Ufa e Perm, nonché vincitori di numerosi concorsi internazionali di balletto. Inoltre la Compagnia si avvale di prestigiose collaborazioni con étoile provenienti dai migliori Teatri Stabili di Mosca, San Pietroburgo e Ekaterinburg.



Solisti


Anna Svetaceva

Si diploma con il massimo dei voti all'Accademia di danza di Voronezh. Vincitrice del Concorso Internazionale di Balletto "Prix de Lausanne". Vincitrice del III Concorso Internazionale di Balletto "Vaganova Prix III". Ha lavorato come Solista del Teatro dell'Opera e Balletto di Kazan, Solista del Teatro di Mosca " Stanislavskij -Nemirovich-Dancenko", Solista del Balletto da Camera di Mosca. Dal 2011 e' ballerina solista del New Classical Ballet of Moscow. Il suo repertorio include: Odette- Odillia del Lago dei Cigni , Maria dello Schiaccianoci, Svanilda in "Copellia", la fata in "Cenerentola" etc. Ha effettuato tournée con diverse compagnie di Mosca in Germania, Francia, Monte-Carlo, Messico, Cina, Giappone, Stati Uniti.


Nadezhda Tverdokhlebova

Si diploma all'Accademia di Danza "Nesterova" di Mosca nel 2003. Vincitrice del Concorso Internazionale di Balletto di San -Pelten, Austria nel 2002. Dal 2003 - 2012 è ballerina solista del Teatro Musicale "N.Satz" di Mosca. Dal 2005 collabora con il New Classical Ballet of Moscow come solista ospite.


Sergei Zakharov

Si diploma all'Accademia di Danza "Nesterova" di Mosca nel 2007. Dal 2007-2012 è solista del Teatro Musicale "N.Satz" di Mosca. Dal 2007 collabora con il New Classical Ballet of Moscow come solista ospite.


Sergei Smirnov

E' stato piu' di 10 anni solista del famoso Kremlin Ballet di Mosca, oggi e' solista principale del New Classical Ballet of Moscow. Il suo repertorio include "Il Lago dei Cigni", "Giselle", "Lo Schiaccianoci", "la Bella Addormentata" etc.


 

Progetto Supporter

MARTINA MINNITI E DAVIDE D’ELIA

Le Corsaire

Pas de Deux degli innamorati

coreografia: Marius Petipa

musica: Riccardo Drigo

interpreti: Martina Minniti e Davide D'Elia

 

Il Balletto-Gruppo Junior Veneto di Susanna Plaino è una scuola di danza che fin dagli esordi, nel 1985, si è segnalata all'attenzione nazionale per il fatto di voler essere un centro di avviamento alla professione di ballerino, grazie ad un accurato lavoro formativo. Numerosi e prestigiosi negli anni i riconoscimenti agli allievi del Centro in importanti concorsi internazionali, come lo YAGP e altrettanto significativo il numero di ragazzi formatisi al Balletto di Castelfranco V.to e oggi professionisti in grandi compagnie, dal Balletto dell'Opera di Vienna alla Scala di Milano.

 

I due giovani interpreti di questo pas de deux romantico e prezioso nello sviluppo delle linee classiche hanno rispettivamente diciassette e diciannove anni.



| | Altro
Area d'interesse: Io Sono Danza 2012/13

Eventi realizzati in: Teatro Toniolo