Io Sono Musica 2012/13

Grigory Sokolov - pianoforte

Mestre, Teatro Toniolo
Giovedì 13 Dicembre 2012 - 21:00
 

Grigorij Sokolov
Grigorij Sokolov

Programma


J. Ph. Rameau

Suite in re (1724)

 

W. A. Mozart

Sonata in la minore KV310 (300d) (1778)

 

Ludwig van Beethoven
Sonata per pianoforte n. 29 op. 106 (1819),  denominata Grande Sonata per "Hammerklavier" (per la tastiera a  
martelli)



Concerto fuori abbonamento

Torna al Programma

 

Grigory Sokolov è oggi considerato uno dei massimi pianisti viventi. I suoi recital ricevono ovunque trionfali accoglienze, la critica esalta la profondità del suo pensiero musicale, l'originalità interpretativa e l'infinito dominio tecnico. Sokolov è uno di quei pianisti che conquista ad ogni ascolto, con mezzi squisitamente musicali. Anti divo per eccellenza, schivo e colto, intimista, Sokolov ha un repertorio tra i più vasti immaginabili: in pubblico ha suonato dalla musica di Perotinus fino ai compositori contemporanei.


Nato a Leningrado, ha intrapreso gli studi musicali all'età di cinque anni e a sedici ha raggiunto fama mondiale vincendo il Primo Premio al Concorso Tchaikovsky di Mosca. Nella sua carriera Grigory Sokolov ha suonato in tutte le più importanti sale da concerto del mondo e ha collaborato con orchestre quali Philharmonia di Londra, Concertgebouw di Amsterdam, New York Philharmonic, Münchner Philharmoniker, Wiener Symphoniker, Montreal Symphony, Orchestra del Teatro alla Scala, Filarmoniche di Mosca e di San Pietroburgo. Più di duecento sono i direttori con cui ha condiviso il palcoscenico e tra questi Myung-Whung Chung, Valery Gergiev, Herbert Blomstedt, Neeme Järvi, Sakari Oramo, Trevor Pinnock, Andrew Litton, Walter Weller, Moshe Atzmon, e molti altri.


Da diversi anni Sokolov ha deciso di dedicare la sua attività concertistica esclusivamente al recital per pianoforte solo ed è uno dei pochi pianisti ad essere presente nelle maggiori sale europee ogni anno.


Nella stagione 2012-13 il pubblico europeo lo potrà ascoltare alla Konzerthaus di Vienna, alla Philharmonie di Berlino, al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, al Concertgebouw di Amsterdam, alla Tonhalle di Zurigo, alla Filarmonica di Varsavia, all'Auditorium National de Madrid, al Conservatorio di Milano, a Santa Cecilia di Roma e ancora a Monaco, Amburgo, Barcellona, Stoccolma, Helsinki, Lisbona, Lussemburgo, al Klavier Festival Ruhr, al Festival de Colmar e al Festival de La Roque d'Anthéron. Le principali date italiane includono concerti per l'Accademia di Santa Cecilia, per la Società dei Concerti di Milano, per la GOG di Genova, al Festival di Brescia e Bergamo, all'Unione Musicale di Torino, agli Amici della Musica di Perugia, di Mestre, a Varese e al Teatro La Fenice.

La Sonata in la minore KV310 di Mozart è la prima delle uniche due sonate per pianoforte di Mozart composte in tonalità minore (l'altra è la n ° 14 in Do minore, K. 457).

Scritta intorno all'epoca della morte della madre di Mozart, è fra le sue sonate più "scure" e malinconiche. L'ultimo movimento, in particolare, ha un andamento ossessivo, con accordi discendenti a cascata assai caratterizzanti, e una brusca interruzione della progressione finale.

Sokolov ha offerto la sua lettura del capolavoro mozartiano alla Tohnalle di Zurigo il 30 marzo del 2012, di cui esiste un documento sonoro su youtube raccolto dal canale Mikous, che proponiamo qui accanto. Si può apprezzare la sensibilità di Sokolov nel dar voce a un dinamismo dai forti chiaroscuri, con l'orecchio già rivolto al carattere di "Sturm und drang" del pianismo beethoveniano.


| | Altro
Area d'interesse: Io Sono Musica 2012/13

Eventi realizzati in: Teatro Toniolo