Il giorno della memoria 2013

Giornata della Memoria: la sede di Venezia riceve la bandiera dei ROM

Venezia, Piazza San Marco

Domenica 27 Gennaio 2013 - 15:00
Logo

Consegna bandiera internazionale dei ROM al capo dell’ufficio del Consiglio d’Europa a Venezia da parte dei rappresentanti della comunità ROM di Venezia

 

A seguire conferenza stampa

 

In collaborazione con Associazione Rom Kalderash, Centro Pace


 

La Bandiera dei ROM si aggiunge adesso a quella dei 47 paesi europei nella sede di Venezia del Consiglio d’Europa. La cerimonia di consegna, da parte dell’Associazione ROM Kalderash, avverrà domenica 27 gennaio alle 15 (S. Marco, calle del Cappello nero 180), in occasione della Giornata internazionale della Memoria. Una rappresentanza della comunità ROM di Venezia affiderà la bandiera del dottor Alberto d’Alessandro, Direttore della sede veneziana del Consiglio d’Europa, che partecipa attivamente al programma del Giorno della memoria, in collaborazione col Comune di Venezia.


Il programma prevede una conferenza stampa. Il Consiglio d’Europa contribuirà anche all’allestimento e patrocinio della mostra fotografica sulla Porrajmos, che si svolgerà dal 21 al 29 gennaio 2013 alla “Scuola dei Calegheri“ a S. Tomà (orario dalle ore 9 alle 18)). L’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa parteciperà, inoltre, alla rassegna cinematografica dedicata a Un popolo ai margini della storia: l’appuntamento è per venerdì 25 gennaio alle 16.30 e sabato 26 alle ore 16.00 alla Casa del Cinema, Videoteca Pasinetti. I film in programma saranno preceduti da presentazione da parte di esperti.


Il Consiglio d’Europa ha sempre considerato i diritti dei Rom una priorità nella politica di difesa dei Diritti dell’Uomo. Per potenziare la strategia di integrazione dei ROM nel tessuto sociale, il Segretario Generale Thorbjørn Jagland ha istituito una speciale divisione che a Strasburgo si occupa solo di tali problemi.

Grazie alla lungimiranza del Sindaco Giorgio Orsoni, dal 1° giugno 2011 il Consiglio d’Europa ha una prestigiosa sede a Venezia – che si affaccia su Piazza San Marco – che ha il compito di promuovere attività culturali che avvicinino all’Europa del diritti umani i paesi che si affacciano sull’Adriatico e con quelli dei Balcani. La rappresentanza veneziana di Strasburgo intende intensificare tra questi popoli un dialogo che permetta di superare le tensioni sociali che talvolta emergono.

 

 

Il Consiglio d’Europa è la più antica istituzione politica europea – distinta dall’UE, e di cui fa parte la Corte europea dei Diritti dell’Uomo – che si prefigge soprattutto lo scopo di tutelare i diritti umani fondamentali, la Democrazia e lo Stato di diritto. Creato a Londra il 5 maggio del 1949 da un ristretto gruppo di Stati, tra cui l’Italia, oggi il Consiglio d’Europa ne comprende 47, cioè tutti i paesi del continente, tranne la Bielorussia che non possiede i requisiti necessari. Dai 1° ottobre 2009 è Segretario Generale il laburista norvegese Thorbjørn Jagland, che resterà in carica fino al 30 settembre del 2014. Jagland è anche Presidente della Commissione del Parlamento norvegese che assegna a Oslo il Premio Nobel per la Pace, prestigiosa carica che ha voluto mantenere anche dopo l’elezione a Strasburgo. Dal 1° settembre 2012, eletta dall’Assemblea di Strasburgo nella sessione parlamentare di giugno, Vice Segretaria Generale è l’italiana Gabriella Battaini Dragoni. Dal 9 novembre 2012, e fino al 10 maggio 2013, la presidenza di turno del Comitato dei Ministri è di Andorra.



Eventi realizzati in: Piazza San Marco