La Vanguardia Nonsensista - Marghera, Il frutto del lavoro

Mestre, Teatro Momo

Venerdì 22 Febbraio 2013 - 21:00

 

Una scena

Programma

Biglietti
Ingresso libero.


Marghera, Il frutto del lavoro

Un mito senza sfogo, una forma più sottomessa e silenziosa di leggenda, di impegno quotidiano che vede al futuro, ai figli, alla loro vita come vero obbiettivo del proprio agire: un operaio ha un nome solo per le liste di iscritti al sindacato, al dopolavoro, alla previdenza sociale? O esiste? Fermiamoci a pensare. È una forma di rispetto verso tanti silenziosi eroi che pochi conoscono e che hanno dato la vita per i loro figli e i loro nipoti, per noi e voi.

 

 

La Vanguardia Nonsensista è una associazione culturale no profit fondata nel 2010, che nasce da un collettivo di giovani appassionati di recitazione e scrittura teatrale.

Già a partire dal 2007, i componenti avevano avuto modo di distinguersi con la conquista del secondo premio al concorso nazionale di scrittura teatrale “Il

Teatro al Caffè”, organizzato dal Gruppo Argenta e dal Centro Teatrale Europeo “Etoile”, con il testo L’Amore è come il Caffè, con il quale hanno ottenuto anche un a menzione speciale della giuria della XIV rassegna teatrale “Piccoli Palcoscenici” di Mestre.


Nel 2010 è andato in scena al teatro Aurora di Marghera lo spettacolo comico De Cupiditate Amoris, scritto e diretto da Simone Laggia, riscuotendo un notevole successo tanto da rendere possibile la realizzazione di repliche successive anche all’interno del festival “Marghera Estate” di Piazza Mercato a Marghera.

Oltre a Eis Ten Polin, Quelli delle Termopili, Syntipeide, Quei Gran Bei Pezzi Di Marmo, Ars Amandi Veneziana e molte altre produzioni, l’associazione si è distinta con la  realizzazione dello spettacolo Marghera – il frutto del lavoro, scritto e diretto da Simone Laggia. Questa produzione ha incontrato un caloroso consenso alla prima al Teatro Momo di Mestre, con l’intervento del Senatore Felice Casson ad aprire la serata, tanto che sono state realizzate numerose repliche tra Mestre, Baone (PD), Padova e Camponogara (VE).

Sempre con questo spettacolo è stato vinto il concorso GenerAzioni Teatrali indetto da Puro Spazio Comune e le Politiche giovanili del comune di Venezia. In seguito alla selezione lo spettacolo è stato inserito nella rassegna teatrale organizzata al Teatro Momo di Mestre per il mese di febbraio 2013.

Nel 2011, grazie alla vittoria al concorso Incubox del Laboratorio di Villa Franchin, Mestre, l’associazione ha tenuto un corso di scrittura creativa e lettura animata “Imparare per leggere”. Nello stesso anno si è distinta ricevendo la menzione speciale al concorso di scrittura Corti in Corto e Racconto, delle biblioteche del territorio veneziano. I testi vincitori, tra cui Cemento armato di Simone Laggia, sono stati quest’anno pubblicati in un volume edito da Studio LT2 e reperibile in tutte le Librerie Toletta di Venezia.

L’associazione inoltre segue il Laboratorio Teatrale “Luigi Schipillitti” del Liceo Ginnasio Statale R.


 

Franchetti di Mestre (VE) a partire dall’anno scolastico 2009/2010 lavorando con più 100 ragazzi e ragazze, e realizzando gli spettacoli Syntipeide, lo spettacolo Le Donne al Parlamento, che è valso al laboratorio dell’istituto il Premio del Pubblico alla XVI edizione della rassegna/concorso Piccoli Palcoscenici, e lo spettacolo I Menecmi, che ha ricevuto un consenso del 9.8/10 da parte del pubblico. Gli allievi hanno potuto misurarsi inoltre su palchi importanti quali il Teatro di Mirano ed il Teatro Goldoni di Venezia, all’interno delle manifestazioni organizzate in occasione del ventennale del teatro.


Dal 2011 è nata all’interno dell’associazione una sezione per bambini che si propone di mettere in scena le fiabe più amate e apprezzate da bambini e genitori. Il progetto è stato valutato idoneo dalle ludoteche del territorio di Mestre, Venezia e Marghera con le quali è iniziata una solida collaborazione, e dall’Osservatorie per le Politiche di Welfare del Comune di Venezia.

Il gruppo è autogestito sia dal punto di vista economico che burocratico e cura personalmente costumi, scenografia, musica, luci, locandine e grafica, pubblicità, scrittura, adattamento dei testi e regia degli spettacoli.


Eventi realizzati in: Teatro del Parco