Societ Veneziana dei Concerti - Stagione 2012 - 2013

Strumentisti dell'Orchestra del Teatro La Fenice

Venezia, Teatro La Fenice

Domenica 24 Febbraio 2013 - 20:00

Antonio Ballista e Lorna Windsor

Antonio Ballista, pianista e direttore

Lorna Windsor, voce


Concerto in collaborazione con il Teatro La Fenice



Programma


Omaggio a Luciano Berio nel decimo anniversario della morte

Musiche di Berio



Per informazioni

Call center Hellovenezia: 041.24.24

Società Veneziana di Concerti  

tel. e fax 041.786764

socvenconcerti@alice.it  

http://www.societavenezianaconcerti.it/



Programma generale


Antonio Ballista


Pianista, clavicembalista e direttore d'orchestra, fin dall'inizio della carriera si è dedicato all'approfondimento delle espressioni musicali più diverse, effettuando personalissime escursioni nel campo del ragtime, della canzone italiana e americana, del rock e della musica da film, agendo spesso in una dimensione parallela tra la musica cosiddetta di consumo e quella di estrazione colta. Particolarissimi per invenzione originalità e rigore i suoi programmi, che sconfinano talvolta nel teatro e ampliano spesso gli ambiti rituali del concerto. Dal 1953 suona in duo pianistico con Bruno Canino, una formazione d'ininterrotta attività la cui presenza è stata fondamentale per la diffusione della nuova musica e per la funzione catalizzatrice sui compositori. Ha suonato sotto la direzione di Abbado, Bertini, Boulez, Brüggen, Chailly, Maderna e Muti e con l'Orchestra della BBC, il Concertgebouw di Amsterdam, la Filarmonica d'Israele, la Scala di Milano, la London Symphony, l'Orchestre de Paris, le Orchestre di Philadelphia e Cleveland e la New York Philharmonic, ed è stato spesso invitato in prestigiosi festival internazionali. Hanno scritto per lui Berio, Boccadoro, Bussotti, Castaldi, Castiglioni, Clementi, Corghi, De Pablo, Donatoni, Lucchetti, Morricone, Mosca, Panni, Picco, Sciarrino, Sollima, Togni e Ugoletti.

Ha effettuato tournée con Berio, Dallapiccola e Stockhausen e ha collaborato con Boulez, Cage e Ligeti in concerti monografici. Ha diretto la Sinfonia per 21 pianoforti di Daniele Lombardi e nel 2003 a New York (Winter Garden, Ground Zero) la prima assoluta della sua Threnodia dedicata alle vittime dell'11 settembre. Come direttore d'opera ha debuttato al Teatro dell'Opera di Roma con Gilgamesch di Franco Battiato. È fondatore e direttore dell'ensemble Novecento e Oltre, formazione stabile che ha esordito nel 1995 in occasione dell'esecuzione integrale delle opere di Webern a Palermo e il cui repertorio va dal Novecento storico fino alle più recenti tendenze. Con Alessandro Lucchetti e Federico Mondelci ha costituito nel 2003 il trio Fata Morgana, che esegue musica "cross-over". La sua passione per la letteratura liederistica lo ha portato a collaborare con i cantanti Roberto Abbondanza, Anna Caterina Antonacci, Marco Beasley, Cathy Berberian, Luisa Castellani, Anna Moffo, Luciana Serra, Lucia Valentini Terrani, e attualmente lavora continuativamente con Monica Bacelli, Gemma Bertagnolli, Alda Caiello e Laura Cherici. Legato da un sodalizio trentennale con Paolo Poli, Antonio Ballista ha lavorato inoltre con gli attori Gianni Agus, Arnoldo Foà, Ottavia Piccolo, Toni Servillo, Franca Valeri, Milena Vukotic e Peter Ustinov e le danzatrici Marga Nativo ed Elisabetta Terabust. Ha insegnato nei Conservatori di Parma e Milano e all'Accademia Pianistica "Incontri col Maestro" di Imola.



Lorna Windsor


Nata nel Kent in Gran Bretagna, ha studiato pianoforte e viola e si è diplomata in canto alla Guildhall School of Music and Drama di Londra, perfezionandosi nel repertorio liederistico con Elisabeth Schwarzkopf e con Graziella Sciutti a Londra, con Hans Hotter a Vienna e con Gérard Souzay a Parigi.

Il suo temperamento brillante di palcoscenico la porta immediatamente all'operetta, a cominciare dal debutto come Rosalinde in "Die Fledermaus" a "Die lustige Witwe" di Lehar a Tours e a Marseille, per continuare con la maggior parte dei ruoli di Offenbach, diretta da Jérôme Savary al Théâtre des Champs Elysées a Paris, a Radio France e nei principali teatri francesi. Ha interpretato anche vari ruoli delle opere buffe napoletane del Settecento per il Teatro Massimo di Palermo, diretta da Graziella Sciutti, e in diverse occasioni, si è cimentata anche nel teatro di prosa. Si distingue inoltre nel repertorio di musica antica, esibendosi nei canti del ‘200 dei Trobadors nella lingua occitana. Ha cantato Monteverdi a Mantova, Vienna, Praga, Budapest diretta da Claudio Gallico.

Nel suo percorso, si distingue anche per le interpretazioni dei ruoli mozartiani, tra i quali ricordiamo Venere in Ascanio in Alba, Donna Anna nel "Don Giovanni" a Glyndebourne, Despina in "Cosi fan tutte" diretta da Claudio Abbado e nell' edizione di Giorgio Strehler con il Piccolo Teatro di Milano, a Roma, Pechino, San Pietroburgo e Mosca. Ha cantato Salieri diretta da Frans Bruggen e Bach con Gustav Leonhardt.

Nel campo operistico, si cimenta inoltre nel ruolo di Euridice nell'"Euridice" di Peri, opera con la quale si è esibita al Théâtre du Châtelet di Parigi; Oscar in Un ballo in maschera a Reims, Sophie in Der Rosenkavalier a Parigi, Norina in "Don Pasquale" a Verona e L'Enfant et les sortileges, con la regia di Daniele Abbado ad Ancona e Bari.

Riconosciuta come interprete raffinata di Lieder, Lorna Windsor si esibisce frequentemente in recital dedicati alla musica da camera romantica e contemporanea, con diverse ensemble, in opere di Berio (Sequenza, Folksongs, Circles), Cage, Feldman, Castiglioni, Hindemith, Crumb, Schoenberg (Pierrot Lunaire al ROH Covent Garden) , Denissov, Ives, Boulez, Messiaen, Kurtag (Kafka Fragments), Togni, Dallapiccola..), nelle maggiori rassegne internazionali, ed è richiesta come interprete ideale da compositori contemporanei, che dedicano alla sua voce ed interpretazione le loro opere. Collabora con numerosi solisti e ensemble prestigiosi internazionali. Vasto è anche il repertorio di incisioni che rappresentano la musica del ‘900: Casella, Ghedini, Pizzetti, Togni, Cage, Cavallone, Benati, Morales Caso, e, nel 2011, Castelnuovo Tedesco, Hindemith, e i canti dei Sefarditi, con il chitarrista americano Adam Levin.