Teatro Aurora - Stagione di Teatro Contemporaneo 2012/13

Tomato Soap - Primo studio

Mestre Teatro Aurora
Giovedì 25 Luglio 2013 - 21:00
 

Foto di scena di Giuseppe Venza

Biglietti
Ingresso libero

Informazioni
Questa Nave

Tel. 041-932421
info@questanave.com

http://questanave.wordpress.com/



Dopo l'esperienza di Sala Travaglio, che per tutta la stagione ha offerto alle giovani compagnie del territorio spazi e tempi per ideare e mettere in scena un nuovo spettacolo, Questa Nave apre nuovamente le porte del Teatro Aurora alle giovani formazioni in cerca di una casa dove costruire teatro: da lunedì 1 luglio sono infatti in residenza a Marghera Giulio Canestrelli e Ariela Maggi, ovvero Manimotò, al lavoro per mettere in scena il loro primo spettacolo, TOMATO SOAP- Spettacolo crudele e burlesco per due pupazzi e due attori qualunque.


Giovedì 25 luglio, alle ore 21, Manimotò presenterà al pubblico del Teatro Aurora il primo studio della messa in scena: tutto il pubblico è invitato (ingresso libero) e al termine della replica potrà partecipare a uno scambio di opinioni sul lavoro, fondamentale per gli artisti in questa fase di work in progress .


TOMATO SOAP è la storia di un uomo e una donna: l'incontro, l'amore, il loro divenire uno. Perché parlare d'amore? Perché l'amore fa deliziosamente schifo... a chi non piace parlarne - scrivono Canestrelli e Maggi, autori registi e interpreti dello spettacolo - . Uno più uno fa due, certo. In amore invece fa sempre uno. Dove si nasconde quell'uno dimenticato nella somma?


TOMATO SOAP porta in scena il dramma di due pupazzi, Gianni e Gilda, che tentano grottescamente di possedersi in modo totale, rinunciando a se stessi in un'escalation di violenza psicologica e abuso di potere. E se invece il racconto di Gilda e Gianni non fosse altro che il pretesto per un gioco perverso di una coppia di attori-manipolatori pronti ad utilizzarli come simulacri di sé stessi? - continuano gli autori -. A dispetto della gravità dell'argomento TOMATO SOAP vuole essere uno spettacolo colmo di ironia, di sollecitazioni al riso e di situazioni comiche nelle quali il pubblico possa facilmente riconoscersi. L'universo comico, onirico e allo stesso tempo crudelmente realista di TOMATO SOAP accompagna gli spettatori al limite della risata, là dove la tragedia diventa grottesca .



Manimotó nasce  dall'incontro di due attori-artigiani, Ariela Maggi e Giulio Canestrelli. I due si incontrano per la prima volta a Bruxelles nel settembre del 2007. Hanno appena terminato una formazione teatrale, lei all'École International de Theatre Lassaad a Bruxelles e lui alla Scuola di teatro Galante Garrone di Bologna.

Dapprima in Belgio poi a Bologna, Ariela e Giulio portano avanti una ricerca comune nel campo della danza, del teatro fisico e di figura, frequentando insieme workshops con Susanne Bentley, Al Wunder, Enrique Pardo, Miguel Angel Gutierrez e il maestro di jeu masqué Mario Gonzales al quale fanno assistenti al Conservatorie National d'Art Supérieur de Paris e alla scuola di teatro Galante Garrone di Bologna.

I due coltivano inoltre una passione per la fabbricazione di maschere e scenografie: lei si forma a Bruxelles nell'atelier di costruzione maschere di Lucia Picaro con la quale collabora in progetti per diverse compagnie francesi, belghe e italiane e a Reggio Emilia con Antonio Fava. Lui segue, a Parigi e a Venezia, il maestro Stefano Perocco di Meduna con il quale costruisce maschere in cuoio e scenografie in legno.


Manimotó  - concludono i protagonisti - ricerca un linguaggio teatrale multiforme, plastico, vivace, intensamente tragicomico e maledettamente attuale. Manimotó vede nella realtà il suo punto di partenza e mira attraverso il movimento ad abbandonarla un istante per poi ritornarvi in modo un po' diverso, forse semplicemente qualche centimetro più in là .


Fin d'ora è possibile sostenere TOMATO SOAP di Manimotò attraverso la campagna di crowdfunding al link: http://www.produzionidalbasso.com/pdb_2275.html  



Video promo: https://www.youtube.com/watch?v=m1IuDxZmkbg

Facebook: http://www.facebook.com/GruppoManimoto



| | Altro