Società Veneziana di Concerti 2014/15

Quintetto Barutti

fenice
Lunedì 9 Marzo 2015 - 20:00
 

Quintetto Barutti

Bruna Barutti, violino

Mila Barutti, violino

Fiorenza Barutti, viola

Giuseppe Barutti, violoncello

Anna Barutti, pianoforte

 

 

Programma

 

Johannes Brahms (1833-1897)

Quartetto per pianoforte e archi n. 3

in do minore Op. 60

Allegro non troppo

Scherzo. Allegro

Andante

Finale. Allegro comodo

 

Robert Schumann (1810-1856)

Quintetto per pianoforte e archi

in mi bemolle maggiore Op. 44

Allegro brillante

In modo d’una marcia - Un poco largamente

Scherzo. Molto vivace

Allegro ma non troppo

 

 

ABBONAMENTI / BIGLIETTI

 

PROGRAMMA

 

 

Bruna si è laureata con il massimo dei voti al Conservatorio “Benedetto Marcello” sotto la guida di Mario Benvenuti, fondatore del celebre Quintetto Chigiano. Appena quindicenne ha vinto la Rassegna Violinistica di Vittorio Veneto (ed in seguito ancora in altre tre edizioni), nonché la Rassegna Rotary Club di Cittadella, esibendosi con grande successo con l’orchestra nel Concerto in la maggiore di W. A. Mozart. Si è perfezionata in Svizzera con Corrado Romano, in Austria con Sandor Vegh al Mozarteum di Salisburgo e con Franco Gulli all’Accademia Chigiana di Siena, dove le è stato conferito il Diploma d’Onore. All’Accademia di Fiesole ha maturato un’intensa esperienza cameristica ed è stata primo violino dell’Orchestra di Fiesole con la quale ha eseguito numerose tournée; primo violino dell’Orchestra Vivaldi, con la quale ha effettuato tournée in Europa e in Giappone, ha collaborato con prestigiose istituzioni sinfoniche in diversi ambiti di repertorio. Numerosi i concerti in duo con Anna Barutti in Italia. È docente di violino al “Conservatorio Benedetto Marcello”. Mila ha compiuto la sua formazione al Conservatorio “Benedetto Marcello” sotto la guida di Renato Zanettovich, violinista del celeberrimo Trio di Trieste. Vinta una borsa di studio della Comunità Europea per il Corso Biennale di Alto Perfezionamento Musicale all’Accademia di Saluzzo, si è perfezionata con i maestri Rogé Pasquier e Sergiu Celibidache. Ha collaborato con prestigiosi musicisti in sedi nazionali ed internazionali. È violino e membro fondatore dell’Accademia musicale di San Giorgio. Ha coltivato parallelamente il talento per il teatro, effettuando tournée in Europa con la compagnia di Carlo De Bosio. Fiorenza ha iniziato lo studio della viola con Augusto Vismara. Si è poi diplomata sotto la guida di G. Petrella presso il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia nel 1990. Ha proseguito lo studio a Saluzzo nell’ambito dei corsi di perfezionamento internazionali con Massimo Paris e Bruno Pasquier per lo strumento ad arco e con Sergiu Celibidache per le esercitazioni orchestrali. Continuando l’approfondimento e la formazione orchestrale, si è poi trasferita a Parigi dove ha suonato stabilmente nella J.O.S.E. (Orchestra giovanile internazionale europea). Tornata in Italia, ha continuato il perfezionamento strumentale prima a Cremona all’Accademia “Stauffer” con Bruno Giuranna. Fondamentale per la crescita artistica è stata l’attività musicale svolta con il gruppo “Sinfonietta Veneta”, orchestra che ha avuto la possibilità di studiare in Francia e Germania con Celibidache. Nel 1997 per il Teatro La Fenice ha partecipato al “Ciclo Brahms” incidendo con la collaborazione dell’Università

e Rai 3 l’integrale della musica da camera dell’autore. Ha eseguito molti concerti, sia come solista che in formazione da camera. Ha collaborato con l’Orchestra della Radio Svizzera di Lugano, l’Orchestra Nazionale Sinfonica della Rai di Torino, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra della Rai di Roma, l’Orchestra Toscanini di Parma, l’Orchestra del Gran Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, la Filarmonica di Udine, la Filarmonica Veneta di Treviso, l’orchestra da camera di Belluno e l’Orchestra da Camera “Accademia di S. Giorgio” di cui è membro fondatore, della Fondazione Cini di Venezia dove dal 1999 ricopre il ruolo di prima viola.

 

Giuseppe si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia sotto la guida di Adriano Vendramelli. Ha svolto un’intensa attività cameristica a fianco di musicisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Dejan Bogdanovich, Kostantin Bogino, Pavel Vernikov, Bruno Canino, Roni Rogoff, Alain Meunier e Rocco Filippini suonando in festival prestigiosi. Per il Gran Teatro “La Fenice” di Venezia ha inciso l’integrale della musica da camera di Johannes Brahms. Ha ricoperto il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e, a soli ventun’anni, nell’ Orchestra del Gran Teatro la Fenice di Venezia. Fondamentali nella sua formazione sono stati gli incontri e l’intimo rapporto artistico avuti in gioventù con Sergiu Celibidache e con il violoncellista del Quartetto Italiano Franco Rossi. Dal 2001 è, assieme a Gianantonio Viero, Primo Violoncello dell’orchestra da camera “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone. Con questa formazione ha suonato come solista in sale come il Wiener Musikverein, la Philarmonie di Berlino, il Teatro alla Scala di Milano, la Salle Gaveau di Parigi, la Sala Simon Bolivar e il Teatro Teresa Carreno di Caracas, il Teatro Nazionale di Riga, il Teatro dell’Opera di Praga, la Tokyo Suntory Hall, la Tokyo Opera Hall, la Gulbekian Musichall di Lisbona, il Center of Performing Arts di Tel Aviv, il Jerusalem Theatre.

 

Anna si è formata con Eugenio Bagnoli, Sergio Lorenzi e Giuseppe Sinopoli al Conservatorio “Benedetto Marcello”. Prima classificata al Concorso Pianistico Nazionale “Premio Città di Treviso”, ha tenuto concerti a nelle più importanti sedi musicali italiane, europee e americane: Vienna, Lubiana, Houston, Dallas, Mosca, Corea del Sud, Madrid, Varsavia. Premiata all’Accademia Chigiana di Siena con Diploma d’Onore ha vinto una borsa di studio per il perfezionamento al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca con L. Timofeeva. Prezioso è stato il perfezionamento del repertorio beethoveniano con Wilhelm Kempff. Ha eseguito i Concerti di Beethoven sotto la guida di Roberto Abbado e Vladimir Delman, con entusiastici consensi di pubblico e critica. Apprezzatissima interprete camerista, ha collaborato ad importanti progetti di musica da camera in Italia ed all’estero. Ha fatto parte, con Pavel Vernikov e Piero Rattalino, del direttivo Artistico-Didattico della Fondazione Musicale di Portogruaro, che ha organizzato importanti corsi di perfezionamento internazionali e il Festival omonimo che ha visto come ospiti Sviatoslav Richter, Natalia Gutman, Bruno Giuranna, Giuseppe Sinopoli, Quartetto Borodin. Titolare della cattedra di pianoforte principale al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, ha promosso e curato la serie di concerti “Dove nasce la musica” tenuti da giovani concertisti presso la Fondazione Levi di Venezia. Ha tenuto seminari di Tecnica pianistica e Masterclass di interpretazione musicale in Corea del Sud, dove è frequentemente invitata per concerti e corsi, presso la Seoul National University e la Sungshin University; ha fatto parte della giuria del Concorso Internazionale L. Viñas in Spagna, dove ha tenuto Masterclass e seminari sulla tecnica pianistica e l’interpretazione per i Corsi Pianistici Internazionali e si è esibita con grande successo in recital dedicati a Beethoven ed a Schubert. Tiene regolarmente corsi di perfezionamento in Italia, Germania Corea del Sud. Ha di recente fondato il Quintetto Barutti (quartetto d’archi con pianoforte), unico nel suo genere, formato da cinque fratelli, con il quale è stata invitata a tenere concerti in importanti sedi. Il Quintetto Barutti suona per la prima volta al Teatro La Fenice.


| | Altro

Eventi realizzati in: