Teatro Fondamenta Nuove - Stagione 2014/15

Promenade Sauvage

Venezia Teatro Fondamenta Nuove
Sabato 11 Aprile 2015 - 21:00
 

Luca Piovesan

Music from the Fiber-optic Age

 

Luca Piovesan, fisarmonica

Maarten Stragier, chitarre

 

In collaborazione con Associazione Veneta Amici della Musica.

 

 

Inusuale duo dalle straordinarie possibilità sonore, Promenade Sauvage condivide l’energia creativa di una nuova generazione di musicisti a chiunque sia animato da una sana curiosità.

Luca Piovesan alla fisarmonica (già artist in residence del Teatro e protagonista di un applaudito recital solista nello scorso festival estivo della Fenice) e Maarten Stragier alle chitarre – sia classica che elettrica – hanno messo in connessione le loro "basi" di Venezia e Bruxelles e avviato un’intensa collaborazione con alcuni talentuosi giovani compositori di tutto il mondo per la creazione di un nuovo repertorio di alto livello e al tempo stesso di contagioso entusiasmo.

 

Sabato 11 aprile alle 21, Promenade Sauvage presenta al pubblico veneziano il debutto assoluto del progetto "Music from the Fiber-optic Age", costruito sulla collaborazione con i compositori Andrea Mancianti, Marta Gentilucci, Giovanni Bertelli, Lorenzo Troiani, Luiz Castelões e Michelle Agnes.

A una prima collaborazione di persona tra i performer e i compositori sono seguire decine di prove registrate e di videoconferenze che sfrecciavano lungo le autostrade informatiche (ecco spiegato il titolo del concerto).

Il risultato è un programma di lavori di compositori tra i migliori delle nuove generazioni, realizzato con l’attenzione che si riserva abitualmente al repertorio più consolidato.

A giugno 2015 il duo debutterà anche negli Stati Uniti (al Boston Guitarfest).

 

Luca Piovesan è nato nel 1982 e abita a Venezia.

Si è diplomato in fisarmonica al conservatorio Verdi di Milano con il massimo dei voti ed è laureato in Lettere presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Ha studiato fisarmonica con Elio Boschello e con Claudio Jacomucci perfezionandosi anche con Mika Vayrynen e Matti Rantanen (Finlandia), Jurji Shishkin (Russia), Iñaki Alberdi (Paesi Baschi), Jean-Luc Manca (Francia), Krassimir Sterev (Austria).

Si è esibito in molte nazioni tra cui Stati Uniti,Giappone, Canada, Svizzera, Olanda e Germania oltre che in tutta Italia.

Ha collaborato con: Ensemble L’arsenale (Treviso); Metropolis Ensemble (New York); Acme Ensemble (New York); Ecce Ensemble (Boston); Neue Vocalsolisten (Stoccarda).

Ha ricevuto il 42° Premio Internazionale “Grolla d’oro” come riconoscimento per la propria attività artistica e nel 2008 ha vinto il concorso internazionale Tim.

È impegnato nella diffusione e creazione di nuovo repertorio per fisarmonica collaborando con numerosi compositori, partecipando a prime esecuzioni di loro opere, spesso a lui dedicate.

Ha finora presentato circa 70 nuovi lavori per fisarmonica sola o in ensemble.

Ha recentemente avviato il progetto [accordion4composers], un libro digitale (scaricabile dal suo sito web) con files audio allegati che illustra dettagliatamente ai compositori come approcciarsi alla scrittura per questo strumento.

Ha inciso numerosi cd tra cui, da solista, “Musica Ricercata” e “sul Tasto”, pubblicato digitalmente da Col Legno.

Ha tenuto lectures presso il Conservatorio Pollini di Padova, la Boston University, l’Università di Musica di Timisoara, il festival Composit a Rieti.

Il suo lavoro è stato recensito su: New York Times, Seen and heard international, Suonare News, Blow Up, accordions.com, Internazionale, Il Giornale della Musica.

È stato membro della giuria al 38° Concorso Internazionale di Fisarmonica di Castelfidardo dove è stato invitato anche come relatore all’incontro internazionale “Scenarios and strategies for the future of the accordion”.

Il risultato di questo incontro è il progetto Modern Accordion Perspectives, un comitato che riunisce i docenti delle più importanti accademie di fisarmonica al mondo e i giovani più promettenti, per fare il punto della situazione sulla fisarmonica contemporanea, e per catalogarne il materiale più importante.

 

Maarten Stragier è un chitarrista belga dalla grande passione per la musica contemporanea dall’attenta e raffinata programmazione nei concerti.

La sua sensibilità musicale e il suo spirito innovativo lo hanno portato a esibirsi in Europa ed America, su palchi come: BOZAR a Bruxelles, Jordan Hall presso il Gardner Museum, ICA (Boston); the Kennedy Center a Washington DC; Merkin Hall a New York; Palazzo Chigi a Siena. Si è esibito in festival quali Tanglewood, Ars Musica, Boston GuitarFest, the Summer Institute for Contemporary Performance Practice, Composit, Klara. Dedicato a rafforzare la conversazione musicale, Maarten collabora frequentemente con numerosi compositori, tra cui Tristan Murail, Salvatore Sciarrino, Philippe Leroux, Chaya Czernowin, Davide Ianni, Roger Reynolds, e Christian Wolff. In aggiunta alla sua carriera solista, Maarten ha recentemente unito le sue forze a quelle di Vincent Daoud (sax), Tom de Cock (percussioni), e Nicolas Crosse (contrabbasso) formando l’"Aporia Survival Kit", e, appunto, con Luca Piovesan, nel duo "Promenade Sauvage". Si è esibito con l’Ictus ensemble (Bruxelles), The Boston Modern Orchestra Project, the Callithumpian Consort (Boston), Sound Icon (Boston), the Radius Ensemble (Boston), the East Coast Contemporary Ensemble, il quartetto di chitarre KOA, Opera Boston e il Mimesis ensemble (New York). Le sue registrazioni sono pubblicate da Dorian Records, BMOP/sound e Collectief Debonair. Le sue performances sono arricchite dal suo lavoro come ricercatore. Sta terminando il suo Doctorate in Music Art nella classe di Eliot Fisk presso il New England Conservatory, specializzandosi nell’opera e nelle teorie estetiche della composizione spettrale. Ha inoltre studiato con Antigoni Goni al Royal Conservatory di Bruxelles, e all'Accademia Chigiana con Oscar Ghiglia. Nel 2010 è stato premiato con il Köberle award per i suoi risultati artistici.

 

 

Ascolti:

Luca Piovesan - Sul tasto (ColLegno, 2014)

 

Web:

lucapiovesan.it

promenadesauvage.com

blowoutstudio.lucapiovesan.it

col-legno.com/en/catalog/complete_catalog/sul_tasto

 

 

Biglietti

Intero € 10

Soci Vortice € 8

 

 

I compositori

 

Michelle Agnés (michelleagnes.net)

Compositrice brasiliana e pianista, nata nel 1979. La sua musica esplora mondi sonori inaspettati, panorami sonori nostalgici, memorie dimenticate di strumenti tradizionali e folk. Alla ricerca di una sintesi tra elementi moderni ed arcaici, sviluppa il proprio mondo sonoro lavorando sia alla composizione che a progetti di improvvisazione. Ha potuto apprezzare la guida di Salvatore Sciarrino, Chaya Czernowin, Pierluigi Billone, e Stefano Gervasoni, ed ha ricevuto la borsa "Unesco-Ascheberg", il "Funarte Prize of Classical Composition", il premio "Jornada de Cinema da Bahia”, e il premio Cinemùsica. Attualmente vive a Parigi dove si occupa di ricerca sul gesto musicale presso l’IRCAM.

 

Giovanni Bertelli (soundcloud.com/giovanni-severo-bertelli)

Nato nel 1980, Giovanni Bertelli si è laureato in Pianoforte, Composizione e Filosofia a Verona. Ha continuato i suoi studi con Stefano Gervasoni presso il Conservatoire National Supérieur de Paris, e ha concluso la sua educazione con il Cursus I e II presso l'IRCAM. Inoltre si è perfezionato con Francesco Filidei, Mauro Lanza, Yan Maresz, e Heinz Holliger. Ha ricevuto commissioni da: La Biennale di Venezia, Radio France, Musik der Jahrhunderte. La sua musica è stata suonata da: Quartetto Arditti, Neue Vocalsolisten, Court-Circuit, Ascolta, Divertimento, Alea III, e Bit20.

 

Luiz E. Castelões (soundcloud.com/lecasteloes)

Luiz è nato nel 1977 a Rio de Janeiro. È professore presso la Universidade Federal de Juiz de Fora (MG, Brazil).

Il suo lavoro è stato premiato e riconosciuto da: Boston University, CMMAS (Mexico), IRCAM, CAPES/Fulbright, UFRJ School of Music (menzione d’onore al Primo Premio Nazionale di Composizione, 2012), Festival Primeiro Plano (Premiato come miglior Sound Editing, 2003), e Funarte (Primo premio nella XIV Biennale di Musica Contemporanea Brasiliana, 2001).

La sua musica è stata eseguita da: Ensemble Arsenale, Unicamp Orchestra, UFPB Orchestra, Duo Amrein-Henneberger e Freisinger Chamber Orchestra. I suoi ambiti di ricerca musicale includono: onomatopee musicali, composizione assistita da computer, collage, e musica popolare brasiliana.

 

Marta Gentilucci (martagentilucci.com)

Marta Gentilucci ha iniziato la sua carriera musicale come soprano, diplomandosi con lode presso il Conservatorio di Perugia, in aggiunta a una laurea con lode in letteratura inglese e tedesca.

Ha studiato composizione presso il Conservatorio di Firenze, per poi trasferirsi in Germania, dove ha ottenuto la laurea in composizione e in computer music presso l’Università di Stoccarda sotto la guida di Marco Stroppa.

È stata selezionata per il programma biennale in computer music presso l’Ircam di Parigi (Cursus1 e Cursus2). È stata in residenza presso l’"Exeprimentalstudio des SWR” a Friburgo e presso l’electronic studio della "Akademie der Kust” a Berlino. La sua musica è stata suonata in Italia, Francia, Germania, Corea, Giappone, Stati Uniti, Inghilterrra, da ensembles come: solisti dell'Orchestra Nazionale RAI, Ensemble Surplus, Ensemble Ascolta, Neue Vocalsolisten, cros.art ensemble, solisti dell'Ensemble Intercontemporain, Jack Quartet, Chiara Quartet, Ensemble L'Arsenale, Nikel Ensemble, Elision Ensemble. Ha ottenuto il dottorato in composizione presso la Harvard University.

 

Andrea Mancianti (andreamancianti.com)

Nato a Roma nel 1981, Andrea Mancianti suona la chitarra elettrica e ha studiato composizione con Rosario Mirigliano e musica elettronica con Marco Ligabue.

Negli ultimi anni ha inoltre studiato con Pierluigi Billone, Georges Aperghis, Tristan Murail, Beat Furrer e Yan Maresz. Nel 2014 ha preso parte al Cursus I presso l'IRCAM, sotto la guida di Gregoire Lorieux e Hector Parra, culminato con la scrittura di “Epajarjestelmallisyydestakohan?" per viola, elettronica e apparati low-fi.

Da sempre interessato nell’investigazione dei confini sociali ed estetici tra le diverse prassi musicali, ha fondato il collettivo musicale Zeitlet nel 2005, un ensemble eterogeneo con musicisti dalle esperienze più diverse.

I suoi interessi musicali sono fortemente orientati verso un’ibridazione dell’acustico e dell’elettronico e verso la ricerca di una dimensione teatrale nell'ambito del suono.

 

Lorenzo Troiani (soundcloud.com/lorenzo-troiani)

Lorenzo Troiani è nato a Roma nel 1989. Ha studiato composizione con Rosario Mirigliano e Salvatore Sciarrino.

Attualmente studia composizione presso l’Università di Graz con Beat Furrer. I suoi lavori sono stati eseguiti da: Neue Vocalsolisten, Curious Chamber Players, Quartetto Prometeo, OENM Salzburg, PMCE, Ensemble L’arsenale, IzM ensemble, Barcelona 216, ed ensemble Taller Sonoro.

Le influenze cruciali della sua arte sono: la poesia di Paul Celan, i lavori di Paul Klee, la filosofia di Martin Heidegger e Jacques Derrida e la musica di Luigi Nono.


| | Altro