1° Padiglione Ricerca - Experimentality

Venezia Sala del Camino, Giudecca
da Mercoledì 6 Maggio 2015 a Domenica 28 Giugno 2015
 

Padiglione Ricerca

56^ Esposizione Internazionale d'Arte di Venezia

 

 

University of Arts Helsinki

European Artistic Research Network (EARN)

 

Commissario: Anita Seppä

Curatore: Jan Kaila and Henk Slager

Coordinamento: Academy of Fine Arts, University of the Arts Helsinki

 

Inaugurazione: 6 maggio 2015 dalle ore 18.00 alle ore 20.00

Apertura: da martedì a domenica dalle ore 12.00 alle ore 17.00

 

 

Informazioni

eevastiina.aho@uniarts.fi

www.uniarts.fi/en/research-pavilion

 

 

L'Università delle Arti di Helsinki presenta un Padiglione di Ricerca in occasione della 56^ Esposizione Internazionale d'Arte di Venezia. Primo padiglione nella storia della Biennale dedicato alla ricerca, è costituito da una mostra e una piattaforma per eventi, entrambi comunque in relazione al tema della ricerca in campo artistico. Experimentality articolerà la dinamica tra ricerca artistica e arte contemporanea.

 

Sia la mostra che gli eventi di ricerca cercheranno di dare risposte alle seguenti domande: in quale modo la sperimentazione si manifesta nell'arte contemporanea? Il dibattito sulla ricerca artistica e le sue metodologie ridefinisce le nostre teorie in materia di esperimenti e sperimentazione? L'attuale forma-ricerca è in grado di generare nuovi tipi di metodologie (quali ad esempio affettiva o multisensoriale), rivalutando la natura stessa della sperimentazione?

 

La mostra nel Padiglione Ricerca comprende artisti provenienti dalla Finlandia e da altri paesi europei:Tiong Ang & Alejandro Ramirez, Magnus Bartas, Dirk Hoyer, Henna-Riikka Halonen, Simo Kellokumpu, Matts Leiderstam, Antti Nykyri, Maija Närhinen, Tuula Närhinen, Janis Rafa, Heli Rekula e Hito Steyerl.

 

Il Padiglione di Ricerca offre anche una piattaforma per eventi che coinvolgono direttamente la ricerca artistica. Un gruppo di lavoro di ricercatori in continua evoluzione presenterà e discuterà il proprio lavoro durante tutto il periodo della mostra, con la produzione di progetti di laboratorio, discussioni, proiezioni, interventi, seminari e performance.

 

Durante tutto il periodo della mostra presso il Padiglione di Ricerca sarà anche disponibile una speciale "sala di lettura" dedicata alle pubblicazioni d'attualità nel campo della ricerca artistica.

 

Il commissario del Padiglione di Ricerca è il professor Anita Seppä, PhD, la sezione è curata da Jan Kaila, Consulente in Ricerca Artistica presso il Consiglio svedese della ricerca, DFA, e il professor Henk Slager. PhD. Il progetto è coordinato da Accademia di Belle Arti presso l'Università delle Arti di Helsinki.

 

Il Padiglione di Ricerca è organizzato dall'Università delle Arti di Helsinki, in collaborazione con EARN (artistico Network europeo della ricerca), Valand Accademia delle Arti (Università di Göteborg) , MaHKU Fine Art ( HKU Università delle Arti di Utrecht), Università Iuav di Venezia , JAR (ufficiale per la ricerca artistica), GradCAM (Dublino), e Frame Visual Art Finlandia.

 

 

 

Programma Eventi

 

 

6.5. Inaugurazione mostra Experimentality

18,00-20,00 in collaborazione con la pagina Visual Art Finlandia e Alvar Aalto Padiglione della Finlandia. Performance: Human computer distraction di Chicks on speed.

 

 

7.5. PowerPoint - Interstices tra fare arte e ricerca artistica

11,00-17,00 serie di eventi, workshop e spettacoli di TAhTO Doctoral Programma: Henna-Riikka Halonen, Dirk Hoyer, Esa Kirkkopelto, Itay Ziv, Tero Nauha, Elina Lifländer, Giulio Elo, Kirsi Tormi, Kiril Kozlovsky, Sirkka Kosonen, e Pasi Lyytikäinen.

 

 

8.5. Be-Longing: 'senso di appartenenza' in relazione alla località ed evasione dalla realtà come tecniche artistiche

10,30-16,00 Simposio organizzato da:Itay Ziv, con Edna Barromi Perlman, Agnieszka Pindera e Ibtisam Mara'ana-Menuhin.

 

 

11.-17.5. Prospettive: prima di chiedermi di rimanere

Gli studenti del corso di Fine Art di MaHKU (Utrecht) 'occupano' il Padiglione Ricerca con opere ed interventi individuali e collettivi. Lo spazio sarà utilizzato per esplorare i concetti di performance, interattività, mobilità, studi, seminari e prove. Progetto coordinato da Tiong Ang.

 

 

19.5. "Per.SPICE!": L'arte della ricerca con il sale della percezione

12,00-17,00 Un evento giornaliero di colloqui e discussioni legate al Journal of Artistic Research (JAR), con Julian Klein, Matthias Neukirch anche Michael Schwab.

 

 

30.5. Incontrare gli altri. Etica della partecipazione all'immagine in movimento

12,00-17,00 Simposio da Johanna Lecklin, con Johanna Oksala e Maija Timonen.

 

 

30.5. Mostra / Non-mostra

Una conversazione serale che esplora le dinamiche del "mostrabile" e la costruzione di natura pubblica, nello spirito del “sito/non-sito” di Robert Smithson, con Paul O'Neill, Bard CCS e Mick Wilson Valand, della Academy of Arts (Göteborg). Da non sito a sito, da non mostra a mostra: che cosa è l'argomento della mostra / non mostra nei momenti più affollati di una mega-mostra?

 

 

31.5. Il testimone frustrato. Realizzare le piccole mancanze delle mostre temporanee

12,00-17,00 Il simposio prende in esame la tendenza alla promulgazione dell'arte contemporanea, compito destinato a fallire o ad essere solo parzialmente raggiunto. Organizzato da Flis Olanda, con Florian Dombois, Hans Rosenström e Juuso Tervo.

 

 

31.5. Mostra / Non-mostra II

A cura di Paul O'Neill e Mick Wilson, con contributo speciale da "the food thing".

 

 

1.6. Voci di Consolazione

12.00-14.00 Laboratorio di immagine in movimento, con una proiezione e un workshop di Elina Saloranta.

 

 

2.-4.6. Esplorazione interdisciplinare di pratiche storiche, tradizionali, sperimentali e di performance d'improvvisazione

Organizzato da Scuola di Dottorato di Musica Classica e la Scuola di Dottorato di Educazione Musicale, Jazz e musica folk della Sibelius Academy, Università delle Arti di Helsinki.

 

 

14.-20.6. Performing Arts Research Centre

Organizzato dai ricercatori Sami Henrik Haapala, Tuula Jänicke, Otso Kautto, Simo Kellokumpu, e Rania Khalil della Theatre Academy, dell'Università delle Arti di Helsinki.

 

 

27.6. Mostra / non mostra: Streched fuori

Un'inchiesta sulle idee di espansione nelle pratiche di esposizione, sia verso la cultura artist-led che quella artista-curatore, con Jason Bowman, Valand Academy of Arts (Goteborg), Julie Crawshaw, Georgina Jackson (GradCAM / Toronto) e oratori ospiti, invitati a esaminare modi divergenti e assemblaggi generati in, attraverso, per e dal campo delle culture artist-led.

 

 

28.6. Chiusura

Programma con PARSE Journal To be in the place of Palestine, to be in the place of India: An experiment in curatorial memory and exhibition amnesia. In occasione della conclusione del 1 ° Padiglione Ricerca della 56° Biennale di Venezia, il PARSE Journal presenta una riflessione sulle dinamiche di esposizione di luogo e di messa a punto nell'orchestrazione di visibilità per l'arte contemporanea.

 

 

 1^ Padiglione Ricerca - Experimentality, catalogo (pdf): Scarica il file


| | Altro
Eventi realizzati in: Sala del Camino, Giudecca