Piccoli Palcoscenici 2015 / Idee e Percorsi

Il codice di Perela’ 1910

Mestre Teatro Momo
Venerdì 22 Maggio 2015 - 21:00
 

Sezione Scuole Medie Superiori

 

I.S.S. Marco Polo – Liceo Artistico - Venezia

 

 

Autore: Aldo Palazzeschi

Adattamento: Stella Petruzzelli

Regia: Monica Zuccon

Scenografia: classe 4^F di scenografia guidata dalla prof.ssa Stella Petruzzelli

Responsabile tecnico: Monica Zuccon

Responsabile del laboratorio:Stella Petruzzelli

Durata: 55’

 

Partecipanti ed interpreti

L. Belvisiol, G. Bertaggia, C. Berti, C. Biancotto, G. Burato, P. Codato, M.T. Coppola, M. D’Ambrosi, A. Fabiano, H.S. Fayena, G. Ferrari, M. Fort, A. Fossaluzza, L. Franchetti, L. Landillo, A. Lampitelli, G. Martini, G. Massaro, F. Maschio, D. Parisi, A. Kenjeeva, P. Scocco, M. Stefanutti, B. Valeri, P. Vettore

 

 

L’opera, concepita da Palazzeschi nel 1910,si realizza in un momento chiave della nostra storia, prima della grande guerra sostenuta paradossalmente dagli innovatori, i Futuristi, per i quali tutto è il contrario di tutto, e che sfrontatamente affrontano il tema del modernismo e della velocità per avvalorare la loro posizione interventista.

Non fu il caso di Palazzeschi, il quale dopo quest’opera futurista rivolse i suoi interessi a componimenti più classici. Ma quest’opera è rilevante per la quantità di analogie legate ai nostri tempi “moderni”: stati d’animo, condizioni sociali e ipocrisie mai morte nel mondo. Perelà è un soggetto ingenuo e lontano da terrene manipolazioni, e infatti in alcune critiche al testo, ne vengono rilevate similitudini con la figura di Cristo, come ad esempio l’età del personaggio.

La storia è corredata di dame, re e regine, banchieri,f ilosofi, arcivescovi, artisti e popolino,  insomma tutto il bestiario umano. Essi dapprima adulano Perelà per ottenere potere, e poi lo tradiscono in modo ipocrita, accusandolo e attribuendo all’ingenuo personaggio i propri stessi errori e le proprie debolezze.

Accanto alla serietà del tema troviamo però situazioni  divertenti,che non tralasciano nè il sacro nè il profano.   


| | Altro

Eventi realizzati in: Teatro Momo