Piccoli Palcoscenici 2015 / Idee e Percorsi

La guerra di Giulietta

Mestre Teatro Momo
Giovedì 4 Giugno 2015 - 21:00
 

Sezione Scuole Medie Superiori

 

Liceo Statale don G. Fogazzaro - Vicenza

 

 

Autore: elaborazione collettiva

Regia: Ketti Grunchi

Responsabile tecnico: Iuri Pevere

Responsabili del laboratorio: Ketti Grunchi, Piero Centofante

Durata: 45’

 

Partecipanti ed interpreti:

Elena Addabbo, Angela Andriollo, Martina Barcella, Caterina Battilana, Francesca Battilana, Giulia Beschin, Pietro Bruni, Francesca Canazza, Silvia Ceretta, Vanessa Cristofani, Alissa Croce, Sofia D’Ilario, Beatrice De Rosso, Arianna Falgherozzo, Marta Fongaro, Rema Frigerio, Emma Gennari, Maria Illetterati, Emilka Lewartowska, Marta Nizzero, Chiara Pauletto, Isabel Pesavento, Sofia Presotto, Benedetta Rizzo, Alvise Romanzini, Angela Rossi, Caterina Rossi, Giovanna Sabbatini, Luna Savastano, Alessandra Scanferla, Emma Segato, Lucia Signaroli, Chiara Simeone, Marcello Stopazzola, Sara Tadiello, Alessia Tecchio, Elena Walczer Baldinazzo, Eleonora Zannelli, Celeste Zanotto

 

 

La storia cavalca il tempo e supera le civiltà, e nello scorrere dell’eternità rivela il suo profondo messaggio: se le guerre, il veleno etnico, l’eredità di rancore e, ancora una volta, di odio, dividono vicini, fratelli, consanguinei, l’amore unisce e lega, fa superare pregiudizi e cattive eredità, generando figli nelle cui vene scorre la linfa di una generazione migliore, in cui l’avversità-contiguità risulta una parola scritta con un inchiostro un po’ più sbiadito.

Israeliani, Palestinesi, Kurdi, Turchi, Kosovari, Serbi, sono i nomi che tutti giorni significano dolore, morte, rancori, vendetta, significano muri che si erigono a dividere fratelli, significano pregiudizio ed emarginazione delle coppie miste, disadattate in un ambiente di separazione e guerra.

Una comunità teatrale ha cercato linguaggi, parole, colori, gesti per raccontare tutto questo, a partire da una storia antica. Tutti sono gli interpreti e allo stesso tempo nessuno, inseguendo una coralità interpretativa che permetta a ciascuno di trovare nella condivisione il suo ruolo e il suo racconto.


| | Altro

Eventi realizzati in: Teatro Momo