Io Sono Teatro 2015/16

Arsenico e vecchi merletti

Mestre Teatro Toniolo
da Venerdì 4 Dicembre 2015 a Domenica 6 Dicembre 2015
galleria foto


 

Brochure

Turni C-D-E

 

 

di Joseph Kesserling

 

con Ivana Monti, Paola Quattrini, Sergio Muniz

 

con Fabrizio Nardi, Nico Di Renzo

e con la partecipazione di Aldo Rallo

 

regia Giancarlo Marinelli

 

 

BIGLIETTERIA

 

PROGRAMMA

 

 

 

Sabato 5 dicembre alle ore 16.30 presso l'auditorium L. Sbrogiò di Favaro Veneto (via Gobbi, 19), il regista Giancarlo Marinelli e la compagnia teatrale saranno lieti di incontrare il pubblico e presentare la commedia in scena al teatro Toniolo.

 

 

Ivana Monti e Paola Quattrini, due first lady dei palcoscenici italiani, nel ruolo delle due 'adorabili' vecchine Abby e Martha, restituiscono in tutto il suo splendore la leggerezza del testo capolavoro di Joseph Kesserling, reso immortale da Cary Grant nella versione cinematografica in bianco e nero diretta da Frank Capra nel 1944.

Una commedia dal ritmo febbricitante che il regista Giancarlo Marinelli definisce «giallo e commedia, operetta morale e macchina comica, dove si pensa con il sorriso e si sorride con il pensiero».

Un banco di prova per gli attori che richiede un perfetto sincronismo e grande affiatamento nel rapido alternarsi di registri e situazioni.

Il mite e accogliente ambiente domestico delle sorelle Brewster, Abby e Martha appunto, è in realtà teatro di omicidi, occultati nella cantina di casa grazie all'aiuto dello stralunato fratello Teddy.

«E’ una commedia contraddistinta da originalità e da spunti in cui si arriva a livelli altissimi di comicità dissacrante mista a cinismo e humour nero con dialoghi surreali come quelli tra le zie, il fratello matto buono, il matto psicopatico, basati su doppi sensi o logiche scaturite dall’equivoco – spiega l’attrice Monti. Le due vecchine hanno un modo tutto loro di intendere la carità: sono convinte che avvelenare anziani infelici e porre fine alla loro solitudine sia un’opera di bene. Il teatro è una presentazione della vita che può essere tragica, comica, assurda, grottesca e Arsenico denuncia con leggerezza i mali di questa società».

«L’alternanza di momenti comici a momenti di riflessione fa sì che si rida di gusto – conclude la Quattrini. In questo spettacolo, c’è l’improvvisazione della fantasia, non è la solita commedia tradizionale: il regista Marinelli ha sapientemente lasciato spazio al gioco, alla favola per far divertire gli spettatori inducendoli comunque ad una dovuta riflessione tra le infinite sfaccettature di una vita caratterizzata da una sana tenerezza, fantasia e un irresistibile umorismo».


| | Altro
Area d'interesse:

Io Sono Teatro 2015/16


Eventi realizzati in: Teatro Toniolo