Frank Hauk - Concerto per Organo

Venezia Chiesa di San Cassiano
Venerdì 18 Settembre 2015 - 21:00
 

Frank Hauk

Organista: Franz Hauk (Germania)

 

 

Programma

 

Dietrich Buxtehude (1637–1707) Preludio in sol minore BuxWV 163

 

William Boyce (1710–1779) Voluntary in re maggiore

Larghetto ­ – Vivace

 

Johann Pachelbel (1653–1706) Aria Sebaldina

 

John Stanley (1713–1786) Voluntary in fa maggiore op. 7/6

Andante – Vivace

 

Anonimo veneziano (XVIII sec.) Concerto in sol maggiore (da Antonio Vivaldi RV 519)

Allegro –Adagio – Allegro

 

Anonimo veneziano (XVIII sec.) Marchia

 

Maurice Green (1696–1755) Voluntary I in la maggiore

Andante – Vivace

 

P. Davide da Bergamo (1791–1863) Sinfonia in re maggiore

 

 

INGRESSO GRATUITO

 

Vai alla presentazione del Festival Callido, 5° edizione

 

 

Franz Hauk è nato nel 1955 a Neuburg, sul Danubio. Ha studiato Musica Sacra, Pianoforte ed Organo presso i Conservatori di Monaco e Salisburgo con Aldo Schoen, Gerhard Weinberger, Franz Lehrndorfer e Edgar Krapp, ottenendo il Diploma nel 1981. Nel 1988 ha ottenuto il suo Dottorato in Musica con una tesi sulla Musica da Chiesa a Monaco all'inizio del XIX secolo. E’ spesso invitato come membro di Giuria in Concorsi e come professore ospite. Dal 1982 è organista e dal 1995 Maestro di Coro del Duomo di Ingolstadt. Il suo repertorio include le opere di Johann Sebastian Bach, Max Reger e musica francese del XIX e XX secolo. Franz Hauk è anche un ardente promotore di musica contemporanea. E’ direttore artistico di diverse stagioni concertistiche, si esibisce regolarmente in Europa e Stati Uniti ed ha effettuato diverse registrazioni radiofoni­che. Dal 2002 insegna presso il Staatliche Hochschule für Musik und Theater di Monaco.

 

 

E' sempre difficile azzardare graduatorie di questo tipo, ma per Franz Hauk si puo' fare un'eccezione, affermando tranquillamente che si tratta di uno dei più grandi organisti in circolazione.

Musicista completo, Hauk fa parte di quella schiera di interpreti, per la verità non molto nutrita, che a questioni di filologia o "credo" estetico personale preferiscono sempre, quale che sia il secolo lo stile o il contesto di riferimento dell'opera, le schiette ragioni musicali del suo farsi corpo sonoro, e quindi proposta concertistica. Hauk è forse il più grande interprete vivente dell'opera di Max Reger; ma anche solerte riscopritore di un autore classico come Simon Mayr, in qualità di direttore del coro omonimo fondato nel 2003. Virtuoso dotato di tecnica con pochi eguali in Europa, è incline a farne sfoggio, come i "grandi" di questo strumento, soltanto quando lo suggeriscono le ragioni musicali della partitura; in questo caso, alle prese col Preludio e Fuga in Re maggiore di Bach, siamo di fronte ad una delle esecuzioni più disumanamente veloci che la letteratura digitale e in vinile ricordi per questo brano; sentite cosa accade al minuto 4,50, all'attacco della fuga. Trattandosi di un divertissement contrappuntistico giovanile, giocato proprio su una semplice quanto geniale opposizione fra sezioni "arpeggiate" del tema e pause intermedie, la velocità d'esecuzione aggiunge qui un elemento ludico assolutamente intonato alla natura del pezzo (grazie al canale youtube di Frank Harris). Un'occasione d'ascolto da non perdere, quella di San Cassiano, e per di più a ingresso gratuito.

 

a cura di Roberto Ranieri


| | Altro
Eventi realizzati in: Chiesa di San Cassiano