Io Sono Musica 2015/16

Trio Carbonare

Mestre Teatro Toniolo
Martedì 1 Dicembre 2015 - 20:30
 

Alessandro Carbonare
Alessandro Carbonare

Contrast

 

Alessandro Carbonare clarinetto

Elisa Papandrea violino

Monaldo Braconi pianoforte

 

 

Programma

 

Shostakovitch

Cinque danze

 

Bartok

Contrast

 

Parker/Ellington

Jazz suite

 

Schubert

Der Hirt auf dem Felsen D 239

 

Ives

Largo

 

Zappa

Asteroid 3834

 

Kuttenberger

Freilach Klezmer

 

 

BIGLIETTERIA

 

Vai al Programma della Stagione 

 
 
"Il Teatro, nel suo rapporto con la Musica, è il protagonista invisibile del programma qui presentato.
Che sia Commedia, Opera o Mimo, la Musica è sulla scena personaggio fondamentale ed autonomo: tanto autonomo da poter prendere vita anche nella sala da concerto, lontano dalle scene teatrali.

Ma oltre alla Musica nel Teatro c'è anche tanto Teatro nella Musica: anche quando sembrerebbe impossibile, come nella Fantasia di Widmann ove, pur con un unico strumento, la Musica dialoga con se stessa ricreando una scena e dei personaggi." (dalle note sul  libretto di sala)

 

Fra i brani compresi nel programma, fedele anch'esso all'impostazione "teatrale" del percorso musicale, colpisce un titolo eccentrico. "Asteroid 3834", associato a Frank Zappa, in realtà è  la trascrizione-collage di alcuni motivi popolari dell' irriverente divo del rock, scomparso a Los Angeles nel ' 93. Il richiamo astronomico si riferisce all'intitolazione di un piccolo asteroide (fra 5 e 11 km di diametro) che appartiene alla fascia principale orbitante fra Marte e Giove;
la campagna per dedicarlo a Frank Zappa fu guidata da John V. Scialli, uno psichiatra forense di Phoenix e si è tenuta via internet nel 1994, un anno dopo la morte di Frank Zappa, coinvolgendo fans di 22 paesi. Il pezzo è più che mai fedele, almeno nello spirito, alla filosofia di Zappa, che coltivava interessi eterogenei, componendo in uno stile dissacrante e trasgressivo, senza trascurare la sperimentazione colta (ben ripagato da un musicista come Boulez, che negli anni ' 80 inciderà alcuni brani di musica atonale scritti da Zappa).

 

Alessandro Carbonare

 

Primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia dal 2003, Alessandro Carbonare ha vissuto a Parigi, dove per 15 anni ha occupato il posto di primo clarinetto solista all’Orchestre National de France.
 
Sempre nel ruolo di primo clarinetto, ha avuto importanti collaborazioni anche con i Berliner Philarmoniker, la Chicago Symphony e la Filarmonica di New York.
 
Si é imposto nei piu' importanti concorsi internazionali: Ginevra, Praga, Tolone, Monaco di Baviera e Parigi. Dal suo debutto con l’Orchestra della Suisse Romande di Ginevra, Alessandro Carbonare si é esibito come solista,  tra le altre, con l’Orchestra Nazionale di Spagna, la Filarmonica di Oslo, l'Orchestra della Radio Bavarese di Monaco, l’Orchestre National de France, la Wien Sinfonietta, l’Orchestra della Radio di Berlino, la Tokyo Metropolitan Orchestra e con tutte le piu' importanti orchestre italiane.
 
Ha registrato gran parte del repertorio per Harmonia Mundi e JVC Victor dando anche grande impulso alla nuova musica per clarinetto, commissionando nuovi concerti a Ivan Fedele, Salvatore Sciarrino, Luis De Pablo e Claude Bolling.
 
Appassionato cultore della musica da camera è da sempre membro del Quintetto Bibiena  e collabora regolarmente con eminenti artisti ed amici come Mario Brunello, Marco Rizzi, Pinkas Zukerman, Alexander Lonquich, Emmanuel Pahud, Andrea Lucchesini, Wolfram Christ, Il Trio di Parma, Enrico Dindo, Massimo Quarta, Luis Sclavis, Paquito D'Riveira e molti altri.
 
Da sempre attratto non solo dalla musica “ classica” , si escibisce anche in programmi jazz e Klezmer. Importanti le collaborazioni con  con Paquito D'Riveira, Enrico Pieranunzi  e Stefano Bollani.
 
«Guest Professor» in alcuni tra i piu' importanti Conservatori di tutto il mondo (tra cui Royal College di Londra, Juillard School di New York, Conservatorio Superiore di Parigi, School of Arts di Tokyo) ha fatto parte delle giurie di tutti i piu’ importanti concorsi internazionali per il suo strumento (Ginevra, Monaco di Baviera, Praga, Pechino, il « K.Nielsen » in Danimarca ed il « B. Crusell » in Finlandia) .
 
Su personale invito di Claudio Abbado, Alessandro Carbonare ha accettato il ruolo di primo clarinetto nell’Orchestra del Festival di Lucerna e nell’Orchestra Mozart con la quale, sempre sotto la direzione del M° Abbado, registrato per Deutsche Grammophon il concerto K622  al clarinetto di bassetto, lavoro che ha vinto il 49° Record Academy Awards 2013.
 
Il suo impegno sociale lo vede presente a sostenere progetti che possano contribuire al miglioramento della società attraverso l’educazione musicale , ha infatti assistito Claudio Abbado nel progetto sociale dell’Orchestra Simon Bolivar e delle orchestre infantili del Venezuela.
 
Grande successo ha ottenuto il cd per Decca "the Art of the Clarinet", mentre il canale satellitare SKY-CLASSICA gli ha dedicato un ritratto per la serie «I Notevoli».
 
E' professore di clarinetto all'Accademia Chigiana di Siena.

 

 


| | Altro
Area d'interesse:

Io Sono Musica 2015/16


Eventi realizzati in: Teatro Toniolo