Giorno della Memoria 2016

Per non dimenticare. Canzoni e Racconti Chassidici di Shoah

Venezia Palazzo Labia
Mercoledì 27 Gennaio 2016 - 18:00
 

Manifesto
Manifesto

Giovanna Bragadin, contralto

Gian Luca Sfriso, pianoforte

Gianni Moi e Roberta Reeder, voci recitanti

 

a cura di Associazione Culturale Musica Venezia
Direttore Artistico Musica Venezia, Roberta Reeder


 

Ogni anno per la commemorazione del Giorno della Memoria, l’Associazione Culturale Musica Venezia presenta un evento speciale.  Quest’anno l’Associazione propone Per non dimenticare: Canzoni e racconti della Shoah a Palazzo Labia, Sede RAI del Veneto in Campo San Geremia, Cannaregio - Venezia, mercoledì 27 gennaio 2016, alle ore 18.00.

Per il Giorno della Memoria sono previsti molti eventi con musiche di vari generi e compositori che sono morti nei campi di concentramento. Questa serata organizzata da Musica Venezia è dedicata, invece, alle ballate e alle canzoni specificamente su testi sulla Shoah, che mettono in luce quei drammatici momenti durante i quali gli ebrei, guardando la morte in faccia e sentendo la disperazione, riescono anche a nutrire la speranza che in qualche modo sia possibile sopravvivere. 

 

A intrecciarsi con queste canzoni saranno i racconti chassidici della Shoah dal libro Hasidic Tales of the Holocaust, declamati da due voci recitanti in italiano e in inglese.
Tre storie di sopravvissuti dei campi concentramento saranno lette in italiano da Gianni Moi, attore la cui attività si manifesta negli ultimi anni in maniera multiforme, dalla regia, alle registrazioni alla formazione, e in inglese da Roberta Reeder, Direttore artistico dell’Associazione Culturale MusicaVenezia, che prosegue l’attività di gestione di eventi artistici iniziata da studente, quando è stata Direttore del Festival delle Arti dell’Università di Chicago, e proseguita come Direttore Artistico dell’ETC, un’associazione culturale di Cambridge, Massachusetts, dove ha organizzato festival delle arti: concerti, esibizioni artistiche e incontri culturali, spesso in collaborazione con Harvard University, dove insegnava ed era ricercatrice presso l’Harvard Russian Research Center e l’Harvard Ukrainian Research Institute.

 

Giovanna Bragadin
Giovanna Bragadin

Le canzoni della Shoah il cui repertorio varia dalla musica antica a quella contemporanea saranno cantate da Giovanna Dissera Bragadin, contralto, che si è già esibita svariate volte in occasione del concerto celebrativo che annualmente l’Associazione Musica Venezia propone in Città, come per esempio Cabaret Theresienstadt con le canzoni di A. Schoenberg, P. Dessau, H. Eisler e K. Weill, i compositori ebrei che hanno dovuto andare in esilio durante il periodo del nazismo. 

Per questo concerto la contralto canta le canzoni da una collezione preziosa, The Undying Flame: Ballads and Songs of the Holocaust di J. Silverman. Le canzoni esprimono vari punti di vista: quello della mamma, che canta una ninnananna, “Dormi, mio bambino, tuo padre non ritorna, nella camera a gas è morto, ma tu potresti alzare la bandiera, tutti gli schiavi devono essere liberi”, e quello del bambino, “Sono ancora un bambino, ma soffro come un adulto, non so dove hanno portato mio papa, mia mamma, ma o Dio, lasciami vedere ancora i loro volti.”  Ci sono, però, altre canzoni che manifestano la forza d’animo e la fede del popolo ebraico che riesce a sperare nella fine delle proprie sofferenze e nella possibilità di vivere finalmente tutti liberi: “Quando i bari e i fili spinati non esistono più, finalmente il sole brillerà, l’incubo passerà.”  Questo concerto include anche una ninnananna di Ilse Weber e la sua canzone famosa: “Vago attraverso Theresiendstadt”.

Gian Luca Sfriso eseguirà alcuni brani per pianoforte nello stile jazz di Erwin Schulhoff, che fu arrestato e internato nel lager di Weißenburg in Baviera, dove morì di tisi l'agosto dell'anno successivo.

 


Biglietti
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

 

Informazioni

www.musicavenezia.org

Tel. 342 947 7612


| | Altro
Area d'interesse:

Giorno della Memoria 2016


Eventi realizzati in: Palazzo Labia