PICCOLI PALCOSCENICI 2016/idee e percorsi

Persiani

Mestre Teatro Momo
Mercoledì 25 Maggio 2016 - 21:00
 

Grafica, camicia
Grafica, camicia

ΠΕΡΣΑΙ PERS[A]I PERSIANI

 

 

Sezione Giovani: I PERSIANI: DA SALAMINA A CAPORETTO - TRENTO

 

autore: Eschilo (traduzione: Giorgio Ieranò)

adattamento: Sara Troiani (riduzione), Lorenzo Gelardi (inserti drammaturgici originali)

regia e scenografia: Sara Troiani

responsabile del laboratorio: Sara Troiani

responsabile tecnico: Nicola Piffer

con: Alessandra Bassi (Regina), Lorenzo Gelardi (Coro, Messaggero), Simone Panza (Coro, Serse), Stefano Rossi (Coro, Spettro di Dario)

durata: 60 minuti

hanno collaborato: Estro Teatro - Scuola di teatro e cinema
Laboratorio Dionysos - Archivio Digitale del Teatro Antico
Spazio Off

 

 

torna al Programma

 

 

In un manicomio tra la fine degli anni ’10 e l’inizio degli anni ’20 del Novecento, si ritrovano internati tre giovani “scemi di guerra”, reduci del primo conflitto mondiale ai quali è diagnosticata la patologia dello shell shock, che ne ha alterato permanentemente lo stato psicomotorio. I loro movimenti sono scoordinati, imperfetti, e la loro proprietà di linguaggio risulta quasi del tutto assente. Le uniche parole articolate con senso compiuto sono i versi di una tragedia, i Persiani, in cui i tre internati sembrano ritrovare il senso della propria esperienza bellica: nel testo antico, infatti, viene deplorato ossessivamente lo sterminio dei giovani guerrieri dell’Impero Persiano nella disastrosa guerra contro la Grecia, condotta con un dispiego di forze enorme e per volontà di un solo uomo, Serse, resosi folle e arrogante contro gli dèi e da questi punito.

I tre giovani possono così esprimere il proprio disagio raccontando una storia vecchia più di due millenni ma sorprendentemente attuale e dando corpo e voce ai vari personaggi che ne sono protagonisti: il Messaggero, lo spettro del re Dario, Serse e soprattutto i vecchi persiani del coro, che si trovano ironicamente opposti alla loro giovane età. In questa dolorosa rievocazione li accompagna la Regina, interpretata da un’infermiera del manicomio, la quale accoglie il muto e disperato messaggio di questi soldati.

 


| | Altro

Eventi realizzati in: Teatro Momo