Io Sono Teatro 2016/17

 

Human

Mestre Teatro Toniolo
da Mercoledì 8 Febbraio 2017 a Venerdì 10 Febbraio 2017
galleria foto


 

MarcoBaliani_phMarcoParollo
MarcoBaliani_phMarcoParollo

turni A B C

 

08 febbraio 2017, ore 19.30

09 febbraio 2017, ore 21.00

10 febbraio 2017, ore 21.00

 

 

Sardegna Teatro, Mismaonda Srl, Marche Teatro

 

MARCO BALIANI, LELLA COSTA

 

di Marco Baliani e Lella Costa

collaborazione alla drammaturgia di Ilenia Carrone

regia Marco Baliani

 

con David Marzi, Noemi Medas, Elisa Pistis, Luigi Pusceddu

 

musiche originali Paolo Fresu con Gianluca Petrella

 

scene e costumi Antonio Marras

scenografo associato Marco Velli

costumista associato Gianluca Sbicca

disegno luci di Loïc Francois Hamelin e Tommaso Contu

assistenti alla produzione Agnese Fois e Leonardo Tomasi

 

 

torna al Programma della Stagione

 

BIGLIETTERIA

 

 

Protagonisti questa settimana al Toniolo Marco Baliani e Lella Costa impegnati in Human, uno spettacolo evolutosi in un progetto ad ampio respiro, che mette a confronto l'Occidente e l'attuale dramma di spaventosa quotidianità di migliaia di profughi, in fuga da guerre e povertà, che si riversano continuamente sulle nostre coste in cerca di asilo. Human non è solo uno spettacolo ma anche un lavoro “in progress”: un diario di viaggio, aggiornato e integrato quotidianamente, consultabile sul sito progettohuman.it, grazie al contributo degli autori e di quanti vogliono esprimersi sull’argomento contribuendo ad arricchirlo.

«Human – dice Baliani – è costruito sul tema dello sguardo verso l’altro. È soltanto guardando l’altrui esistenza che misuro la mia. La qualità di questo sguardo non è sempre identica e, a seconda di come si guarda, con che intensità, profondità, indifferenza, empatia, rifiuto, si possono generare dialoghi e confronti oppure scontri e conflitti. Quando, con Lella Costa, abbiamo cominciato a pensare a uno spettacolo che parlasse di questo incontro con la diversità, con le tante anime racchiuse dentro la definizione di profugo, da subito ci siamo detti che occorreva evitare ogni retorica e ogni enfasi, e che l’impresa non era affatto semplice. Bisognava mettere al centro il nostro stesso sguardo, non avere paura di essere sprovvisti di solide risposte, dovevamo provare a declinare, di quell’incontro con l’altro, ciò che più metteva in crisi le nostre sicurezze, le nostre sedimentate convenzioni, fino a rivelare la nostra fragilità e il nostro smarrimento.» «Human – prosegue Baliani – non è uno spettacolo che denuncia, fa indignare, informa, spiega, prende posizione, lancia messaggi o appelli. No, è piuttosto un teatro che inquieta, che pone domande e non conosce risposte, che lascia disorientati. Lo spettacolo è declinato dalla presenza di un’umanità profuga e dall’ineludibile confronto che questa presenza genera in questa parte di mondo che chiamiamo Occidente. Ci sono dialoghi a più voci, a volte serrati, a volte distesi, ci sono monologhi e ci sono narrazioni, c’è un canto epico, ci sono immagini di corpi impauriti, c’è un frammento di opera buffa, ci sono inserti di acido cabaret, c’è una poesia, un canto, una musica. È uno spettacolo che ci interroga su quella parola troppo abusata, Umanità, e interroga prima di tutto il gruppo degli attori e attrici, il nostro stare in scena “dentro quella parola”. E materici sono anche la scena e i costumi ideati da Antonio Marras, un agglomerarsi di vestimenti dismessi, sperduti, come dilavati dalla salsedine di un mare sempre presente, ma anche dilavati dal tempo, consumati da un vivere in corsa, da un esistere in perenne fuga.»

 

VIDEO: Lella Costa e Marco Baliani presentano il Progetto Human


| | Altro
Area d'interesse:

Io Sono Teatro 2016/17

 


Eventi realizzati in: Teatro Toniolo