W. A. Mozart, Requiem

Venezia Scuola di San Rocco
Domenica 18 Settembre 2016 - 20:30
 

Il Coro Giavenale di Vicenza
Il Coro Giavenale di Vicenza

Evento Anno Giubilare

Coro Polifonico di Giavenale
direttore:     Pierdino Tisato


Orchestra "Officina armonica" di Breganze - Corte dei Musici
direttore:     Martina Pettenon

 


Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791):   

REQUIEM in re minore KV626

 

 

Il Festival "I Luoghi di Baldassare", organizzato dall'Associazione Festival Galuppi sotto la direzione artistica di Alessio Benedettelli, è giunto nel 2016 alla 22° edizione. L'iniziativa, nata con la duplice finalità di diffondere l'opera del poco conosciuto compositore veneziano e di individuare luoghi di rappresentazioni musicale suggestivi e desueti nel comprensorio lagunare, ha conosciuto nel corso degli anni una diversificazione di repertorio e un allargamento dei generi musicali coinvolti, spaziando in ambito colto dalla polifonia rinascimentale al contemporaneo, con occasionali incursioni nella musica pop. In particolare, nell'ultimo decennio il programma del Festival ha dedicato un rilievo particolare a prime esecuzioni in tempi moderni in ambito operistico barocco, privilegiando la riscoperta della produzione di Galuppi in questo genere musicale.

 

 

Il Coro polifonico di Giavenale nasce nel 1978 per iniziativa del suo direttore M° Pierdino Tisato.

L’attività del gruppo, dedita allo studio del repertorio polifonico, con particolare riguardo per la letteratura rinascimentale sia profana che sacra, osserva un modello di vocalità specifico e rigorosamente aderente a quel periodo storico; a conferma di ciò, ha ricevuto il Premio Speciale A.S.A.C. per la migliore interpretazione (una Messa di Andrea Gabrieli) nel Primo Festival della Coralità Veneta.

Non viene trascurato, tuttavia, lo studio degli autori romantici e contemporanei più significativi come Felix Mendelssohn Bartholdy, Johannes Brahms, Anton Bruckner, Claude Debussy, Zoltan Kodalj, Paul Hindemith, Francis Poulenc, Bruno Bettinelli, Goffredo Petrassi e di compositori viventi, prevalentemente del triveneto, di musica d’avanguardia e sperimentale come Giusto Pio, Franco Dominutti e Giovanni Bonato.

Apprezzato dalla critica, soprattutto per le doti di fusione e di aderenza stilistica, il coro si propone in diverse formazioni vocali, anche solistiche, con particolare interesse per la Scuola Veneziana. Accompagnato da specializzate compagini strumentali, ha eseguito opere dei periodi Rinascimentale, Barocco e Classico come: Sacrae Simphoniae di Giovanni Gabrieli, Lamento d’Arianna e la Sestina: Lagrime d’amante al sepolcro dell’Amata di Claudio Monteverdi, Barca di Venezia per Padova di Adriano Banchieri, gli oratori Jephte e Judicium Salomonis di Giacomo Carissimi, l’Opera Dido and Aeneas di Henry Purcell; varie monografie vivaldiane, brani da Oratori, Mottetti, Messe e Cantate di Johann Sebastian Bach, Messiah di Georg Friedrich Händel, Requiem in re minore di Wolfgang Amadeus Mozart.
In occasione dei venticinque anni di attività, in collaborazione con l’ Orchestra Barocca “ I Musicali Affetti ” ha prodotto per l’etichetta “Rainbow Classics ” un CD dedicato a Johann Sebastian Bach contenente Mottetti a quattro, otto voci e la Messa Luterana BWV 236 in Sol Maggiore .
Sono stati pubblicati pure alcuni DVD con la collaborazione di vari solisti e orchestre.
Il coro ha partecipato a numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali: Vittorio Veneto, Stresa, Arezzo, Casale Monferrato, Palazzo Pignano Cremona), Gorizia, Quartiano (Lodi) conseguendo apprezzamenti e premi.
Il gruppo aderisce a “ Coralità Scledense ” per progetti di Policoralità (da ricordare, nel Giugno 2009, una Messa Policorale eseguita nella Basilica di S. Marco a Venezia).
Assieme a prestigiosi gruppi vocali provenienti da tutto il mondo, è spesso invitato a importanti Concerti e Rassegne Polifoniche in Italia e all’estero.
Il coro, inoltre, promuove iniziative e attività musicali, cura lo sviluppo di rapporti di collaborazione e scambi culturali con Associazioni ed Enti italiani e stranieri.

 

 

L'Officina Armonica di Breganze
L'Officina Armonica di Breganze
L'Orchestra Officina Armonica di Breganze (già Orchestra Piccoli Musici) comprende una sezione di archi, una di flauti traversi, un' arpa, due clarinetti, due pianoforti ed un percussionista. Diversi ragazzi stanno compiendo un percorso di studi musicali all’interno dei Conservatori di Castelfranco Veneto e Vicenza, altri sono preparati da professionisti e/o insegnanti di Conservatorio.

L’Officina Armonica si forma nel 2003 grazie alla volontà del suo Direttore d’orchestra, il maestro Martina Pettenon, che dà la sua totale disponibilità unitamente alle sue grandi competenze.
In breve tempo, il gruppo, sotto la sua direzione è riuscito ad andare oltre il semplice esercizio scolastico: ad integrarsi, a crescere musicalmente costruendo un repertorio ed eseguendolo nel rigore dello stile delle varie epoche.
I ragazzi, provenienti da diversi comuni dell’area nord occidentale della Provincia di Vicenza, hanno avuto la possibilità di conoscersi, di imparare a relazionarsi ed ascoltarsi fino ad armonizzarsi vicendevolmente utilizzando la musica come elemento aggregante ed elitario.
L’Officina Armonica, musicalmente preparata dal maestro Martina Pettenon, è sostenuta logisticamente dai genitori dei musicisti. I genitori dapprima hanno creduto nelle potenzialità della loro direttrice e successivamente hanno visto i ragazzi crescere nella riflessione, nella critica, nell’autocritica e nella socializzazione. Forti di questa crescita ritengono che sia giusto sostenere questa esperienza educativa e formativa con convinzione e continuità.
Nonostante la giovanissima età degli orchestrali, l’Officina Armonica ha avuto modo di farsi apprezzare e conoscere tramite numerosi concerti e partecipazioni a manifestazioni dove ha sempre suscitato calorosi consensi.

Il repertorio dell’Orchestra è ben articolato e comprende brani di musica colta che spaziano dal barocco al romanticismo, musica sacra e musica popolare, quest’ultima in particolare, anche inerente al repertorio Irlandese.

La Fondazione di Comunità Vicentina, che nel 2008 ha premiato l’orchestra per il progetto “Cresci con l’Orchestra”, ha stabilito con l’Orchestra Officina Armonica un sodalizio artistico musicale che la vede partner privilegiato dei convegni organizzati dalla Fondazione.
Nel maggio del 2013 l’Orchestra Officina Armonica ha rappresentato l’Italia alla Festa D’Europa “Trois jours pours l’Europe” che si è tenuta lo scorso maggio in Francia ed alla quale sono state invitate formazioni musicali Francesi, Italiane, Tedesche ed Ungheresi.

L’Orchestra, oltre ad eseguire il proprio repertorio strumentale, viene spesso chiamata ad accompagnare importanti formazioni corali.

L’Orchestra è diretta da Martina Pettenon, diplomata in viola e violino presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto.

 

 

 


| | Altro
Eventi realizzati in: Scuola di San Rocco