Il peso specifico di una carezza

Mestre Teatro Momo
Giovedì 13 Ottobre 2016 - 19:30
 

Il peso specifico di una carezza
Locandina

di e con Irene Casagrande

 

una produzione Associazione Dafne

Accademia Teatrale Lorenzo Da Ponte
con il contributo dell'Unione Europea

 

 

Informazioni

Ingresso libero

 

 

"Vorrei avere una casa sul mare, con una grande vetrata.
Una vetrata da cui entra tantissima luce e da cui posso guardare l’acqua.
Tutto intorno un gran silenzio. 
Nei momenti tristi mi rifugio lì, di fronte al mare.
Nella mia casa bianca i pavimenti sono di legno.
E su quei pavimenti cammino in punta di piedi, per non fare rumore. 
Nella mia casa bianca anche il letto è bianco.
Distesa tra le lenzuola fresche, mi muovo piano.
La sabbia mi gratta la pelle.
Sono anche qui, tutti i miei ricordi. 
I ricordi di quelle carezze che hanno, e sempre avranno, un loro peso specifico."

 

Lo spettacolo prodotto dall’Associazione Dafne, rientra nelle azioni del progetto SAVE per sperimentare il linguaggio teatrale e  rivolgersi soprattutto agli adolescenti, oltre che agli adulti, con un lavoro sulle emozioni, sulla sofferenza, sulle ferite subite, per incoraggiare a chiedere aiuto, per ricordare che le bambine di Trichiana non sono più vittime, ma sopravvissute. Il testo è di Irene Casagrande che ha utilizzato la documentazione originale di un  caso giudiziario che ha coinvolto in un paesino del Bellunese alcune decine di bambine che hanno subito violenza sessuale ad opera di un maestro elementare, vicenda del tutto simile a ciò  che si ripropone ogni giorno e in ogni luogo del mondo.

Il progetto SAVE è finanziato dal programma europeo DAPHNE e per 24 mesi, a partire da ottobre 2014, ha testato modelli sperimentali per la prevenzione contro i reati di violenza a danno dei minori, per l’emersione degli stessi reati e per la cura di vittime sia minori che adulti in fase acuta per gli esiti di violenze subite in età infantile.

SAVE è stato coordinato dall’ULSS n. 9 di Treviso, che in qualità di capofila ha collaborato con 2 partner italiani, i Servizi Sociali della Regione Veneto e l’Associazione Dafne, che ha sede in provincia di Belluno, e 5 partner europei: l’Università di Valencia (Spagna) ; FIVE di Friburgo ( Germania); la Regione di Creta (Grecia); la Municipalità di Cluj-Napoca (Romania); l’Associazione EMMA ZAVOD di Lubiana (Slovenia).
L’Associazione Dafne, nata nel 2006, opera per il contrasto, il contenimento e la prevenzione delle violenze contro i bambini, è attiva sia nel territorio del bellunese che in ambito regionale e nazionale. Offre inoltre consulenza legale, accoglienza alle vittime e supporto per la segnalazione agli Organismi competenti.


| | Altro
Eventi realizzati in: Teatro Momo