Giovanni Guidi e Daniele Di Bonaventura

Mestre Centro Culturale Candiani
Venerdì 27 Gennaio 2017 - 21:00
 

Giovanni Guidi e Daniele Di Bonaventura
Giovanni Guidi e Daniele Di Bonaventura

Candiani Groove

 

Giovanni Guidi, pianoforte
Daniele Di Bonaventura, bandoneon


 

Biglietti
Intero € 8

Ridotto € 5 

Ridotto speciale per i giovani fino ai 29 anni (posti limitati)  3 euro

Biglietti già in vendita alla biglietteria del Centro e online (ad esclusione del ridotto speciale) sui siti www.centroculturalecandiani.it e www.biglietto.it (diritto prevendita 1 euro)
*Riduzioni per Candiani Card, Cinemapiù, IMG Card, Associazione Caligola, studenti

 
 

C’è la migliore sinergia umbro–marchigiana in questo duo di recente formazione, cui hanno dato vita Giovanni Guidi, pianista lanciato una decina d’anni fa da Enrico Rava e protagonista anche di un apprezzato duo con il trombonista Gianluca Petrella, e Daniele Di Bonaventura. Bandoneonista di grande sensibilità  (ma suona in altre occasioni anche il pianoforte), Bonaventura attivo in diverse fromazioni, fra cui  l’ormai collaudato e popolarissimo duo con il trombettista Paolo Fresu. Con Guidi e Di Bonaventura si incontrano generazioni ed esperienze musicali diverse, accomunate da una vivace fantasia melodica e da un gusto raffinato, ma anche da una spiccata attitudine per la composizione e l’arrangiamento. Entrambi hanno inciso, non solo come partner di Rava e Fresu, ma anche come leader, per l’Ecm di Manfred Eicher, etichetta che da almeno un trentennio é ai vertici del jazz internazionale.
Dal loro dialogo nasce una musica lirica e allo stesso tempo inquieta, cantabile eppure imprevedibile, in grado di non cadere mai nella trappola del facile sentimentalismo, sapendo trarre suggestioni non solo dal jazz, ma dal tango, dal blues, dal minimalismo e dalla musica etnica, soprattutto quella proveniente dal bacino del Mediterraneo. Grazie alla capacità di mettersi continuamente in gioco, con un atteggiamento disinibito ma inflessibile,  i due musicisti si mettono a nudo di fronte all’ascoltatore, ponendo al centro del loro progetto le emozioni e i sentimenti veri, non gli atteggiamenti di maniera né quelli solo di facciata.

Daniele Di Bonaventura (Fermo, 1966) ha davvero vissuto la musica a tutto tondo, dalla classica (è diplomato in composizione e direzione d’orchestra) al jazz, dalla contemporanea al tango e alla world–music. Ha collaborato con tutti i più importanti jazzisti italiani, fra cui Paolo Fresu  E molti protagonisti del jazz internazionale, da Omar Sosa a Miroslav Vitous, da David Murray a Dino Saluzzi. Numerose le sue incursioni nel campo della danza, del cinema, del teatro e della letteratura. Ha composto e inciso un Requiem  per bandoneon e orchestra, ma anche una Suite per bandoneon e quartetto d’archi (Sine nomine).

Giovanni Guidi (Foligno, 1985), dopo i primi passi mossi nei gruppi di Enrico Rava, è da ormai qualche anno un leader maturo e affermato. Ha dato vita, soprattutto dopo la vincente collaborazione con Petrella, a progetti personali sempre molto interessanti e diversificati, che vanno dal solo a numerosi duetti, dal trio al quartetto o all’ampio organico della Unknown Rebel Band. E’ stato molto apprezzato dalla critica il suo ultimo lavoro, Ida Lupino (Ecm), disco che lo vede affiancato, oltre che dall’amico trombonista, da due prestigiosi ospiti internazionali: Louis Sclavis e Gerald Cleaver.

 


| | Altro
Eventi realizzati in: Centro Culturale Candiani