Miranda Cortes & Rachele Colombo

Mestre Centro Culturale Candiani
Venerdì 3 Febbraio 2017 - 21:00
 

Miranda Cortes e Rachele Colombo
Miranda Cortes e Rachele Colombo

Candiani Groove

 

 

'Ndar

Rachele Colombo,voce, percussioni, chitarra
Miranda Cortes, fisarmonica, voce
con la partecipazione straordinaria di 
Gianni Coscia, fisarmonica
Domenico Santaniello, contrabbasso
Alessandro Piovan, batteria
Gualtiero Bertelli, voce narrante

 

 

Biglietti
Intero € 8

Ridotto € 5  

Ridotto speciale per i giovani fino ai 29 anni (posti limitati)  3 euro

auditorium quarto piano
Biglietti già in vendita alla biglietteria del Centro e online (ad esclusione del ridotto speciale) sui siti www.centroculturalecandiani.it e www.biglietto.it (diritto prevendita 1 euro)
*Riduzioni per Candiani Card, Cinemapiù, IMG Card, Associazione Caligola, studenti

 
 
L'inevitabile Incontro


L'album 'Ndar è una sorta di suite che nasce dall’incontro fra due artiste curiose e complesse che hanno deciso di mescolare i propri percorsi musicali e di scompaginare le carte della musica world mescolandola e contaminandola con ironia  con la scrittura classica, il jazz, la cultura tradizionale e la musica contemporanea. 
Artefici di questo repertorio sono la fisarmonica, esaltata da un sorprendente utilizzo espressivo del mantice, e il canto con i suoi variopinti colori linguistici fatto di inserti recitativi in greco antico nel brano Mediterraneus, in latino nel Requiem d’Aqua, nella lingua rustica Pavana in Ruzzante tornato dalla guerra. 
Alla stregua di artigiani il duo Colombo-Cortes ha affinato l'arte di costruire un piccolo gioiello della forma canzone di grande pathos evocativo, grazie anche alla generosità artistica di numerosi amici musicisti tra cui Gianni Coscia che duetta con la fisarmonica di Miranda Cortes in Aquarium Venitien; Gualtiero Bertelli, in veste di poeta, che recita la sua rabbia per il destino di Venezia; Mauro Palmas e Maurizio Camardi delicate presenze in Vorìa ‘Ndar rispettivamente al liuto cantabile e duduk armeno, Dario Marusic solenne in L’oubli et le papillon nel suono della sopela istriana e del violino, Paola Lombardo con le sue teatrali sperimentazioni vocali in Aspettare L’uscita, Michele Pucci cui si deve la chitarra flamenco ne Il mio paese, Gianluigi Secco poeta e voce recitante nello struggente finale di Paròn perdido.

 


| | Altro
Eventi realizzati in: Centro Culturale Candiani