Teatro Toniolo Stagione di concerti 2002/2003

Francois-Joel Thiollier in concerto

Mestre Teatro Toniolo
Martedì 21 Gennaio 2003 - 21:00
 
Francois-Jol Thiollier
Francois-Joël Thiollier
Nascita, grandeur, decadenza (e morte) del valzer viennese Programma F. Schubert, 11 Landler A. Czerny, Variations sur une trs belle valse viennoise F. Liszt, Soire de Vienne n. 3 (daprs Schubert) Strauss-Tausig, Valse caprice Man lebt nur Einmal (Si vive una volta sola) E. Satie, Les trois valses distingues du precieux degout I. Sa taille II. Son binocle III. Ses jambes C. Debussy, Valse romantique La plus que lente (Valse) Lisle joyeuse M. Ravel, La valse (version originale pour piano seul) Biglietti Platea: interi 15,00 ridotti 12,00 Galleria: interi 12,00 ridotti 9,00 giovani 6,00
Di nazionalit franco-americana, Francois-Jol Thiollier uno dei pianisti pi importanti della sua generazione. Nato a Parigi, ha iniziato gli studi musicali sotto la guida di Robert Casadeus. Enfant prodige d'eccezione, all'et di cinque anni ha tenuto il suo primo concerto a New York. Fondamentale, nella sua formazione, lo studio con Sasha Gorodnitzki alla Juilliard School di New York, dove si diplomato con il massimo dei voti all'et di 18 anni. Ha vinto otto primi premi nei maggiori concorsi internazionali, fra cui il "Reine Elisabeth" del Belgio e il "Cajkovskij" di Mosca. Ha al suo attivo collaborazioni con le pi prestigiose orchestre di tutto il mondo. Ospite delle maggiori istituzioni musicali, di lui va menzionato il successo ottenuto per la sua interpretazione del Concerto di Busoni alla Philharmonie di Berlino. La sua intensa attivit concertistica ha dato vita a numerose registrazioni discografiche: il suo repertorio spazia da Mozart a Ravel, e comprende l'opera completa per pianoforte di Debussy, interpretazione per la quale Thiollier ha ricevuto il plauso generale della critica, Ravel, Gershwin e Rachmaninov, quest'ultima realizzata in prima incisione mondiale per la RCA.
Francois-Jol Thiollier
Francois-Joël Thiollier
I suoi Cd includono diverse edizioni complete per pianoforti, comprensive di alcune prime esecuzioni assolute, come nel caso di Gershwin e Rachmaninoff; si tratta di un pianista eclettico, di straordinaria preparazione culturale, animato nelle scelte di repertorio da criteri musicologici ed estetici mai scontati: come nel caso dellincisione dellintegrale delle sonate per viola e pianoforte di George Onslow, un autore praticamente sconosciuto, contemporaneo di Beethoven. Il programma della serata riprende per l'occasione, qui ricontestualizzata nel clima pi canonico di una sala tradizionale da concerto, l'esperienza esecutiva che Thiollier ha regalato l'anno scorso agli spettatori conviviali di Vinum bonum a San Leonardo di Borghetto, in Trentino, dove il tempo ternario del valzer rappresent un'occasione festosa per un "viaggio" danzante attraverso i secoli. "...il Debussy di Franois-Joel Thiollier pi distante di quanto si possa immaginare da un generico impressionismo di facciata. Al contrario, linterprete enfatizza la trasparenza dellarchitettura formale, facendo riemergere qualit espressive della partitura di solito negate dallapproccio esecutivo tradizionale. Sobriet e autocontrollo sono i regali preziosi che linterprete offre allascoltatore, il quale non ricerca la poesia a tutti i costi, ma lascia che essa scaturisca da s attraverso la nitidezza dei dettagli, senza ricadere nellostentazione o nella superficialit dapproccio... Jean Roy ("Le Monde de la Musique", septembre 2001) "...un pianista al di sopra di ogni paragone, dotato di una tecnica pazzesca, di una raffinata eleganza, di un compiuto senso del suono ed infine, qualit non delle minori, di una musicalit piena di generosit". (Gramophone)

| | Altro

Eventi realizzati in: Teatro Toniolo