prossimamente

Letteratura 28 Novembre 2014
Teatro da 10 Dicembre 2014 a 11 Dicembre 2014
Teatro da 12 Dicembre 2014 a 13 Dicembre 2014

editoriale

Il Teatro di Mestre non si lascia travolgere dalla crisi e debutta con un esaurito dopo l'altro

Qualità artistica, diversificazione della proposta e rapidità nell'accogliere le nuove tendenze del pubblico, hanno fatto centro una volta di più e, al di là di ogni più ottimistica previsione, la passione per lo spettacolo dal vivo non risente dell'onda lunga della crisi, mentre la nuova stagione colleziona un tutto-esaurito dopo l'altro. Merito di questa “controtendenza” le felici intuizioni degli organizzatori che, tra le varie, hanno introdotto nuovi orari di inizio spettacolo. A cominciare dalla serata della première della prosa anticipata alle 19.30, agli spettacoli di musica da camera che da quest'anno iniziano alle 20.30, mezz'ora prima del consueto orario. Il largo consenso ottenuto da queste innovazioni, realizzate per andare incontro alle esigenze di quei cittadini che non riuscivano a diventare “pubblico teatrale” per difficoltà logistiche, rivelano una nuova e diffusa tendenza del pubblico ad accogliere standard fino ad ora esclusivamente nord-europei che lasciano spazio a nuovi intrattenimenti after-show. Tra le varie formule di acquisto, il mini abbonamento SeiUnico (composto da sei spettacoli scelti a piacimento dallo spettatore tra una ventina di titoli dei cartelloni della danza e della prosa), registra un aumento di oltre il 10% e si afferma la formula di maggior successo per una nuova tipologia di spettatori che preferisce una frequentazione più “libera”, meno legata a pacchetti preconfezionati. Una ragione di più per prolungarne la vendita fino alla presentazione del “pacchetto” natalizio, con balletti del repertorio classico (Il lago dei Cigni e La Bella Addormentata) e musical di grande successo (Aggiungi un posto a tavola). Grafico in salita del 10% anche per gli abbonati “ordinari” della prosa; una larga fetta di pubblico fidelizzato, curioso di una proposta più inclusiva e ad ampio spettro. L'incremento complessivo della richiesta ha incoraggiato il lancio a gennaio di una nuova rassegna pensata solo per la domenica pomeriggio. Quindi ogni domenica fino a Pasqua il Teatro Toniolo sarà sempre aperto, affiancato dal tradizionale appuntamento domenicale del Teatro Momo con una rosa di attraenti spettacoli selezionati per i bambini di ogni fascia d'età.