editoriale

Smaltite le sbornie visive e sonore di Carnevale, la stagione del Teatro Toniolo riparte senza prendere fiato con una girandola di nuove suggestioni. Sabato 13 febbraio, spazio alle "rivelazioni" di Alessandro Bergonzoni nel nuovo spettacolo Nessi. Nessi, ovvero connessioni ma anche fili tesi e tirati, trame e reti, tessute e intrecciate per collegarsi con il resto del pianeta. O meglio dell'universo. Perché infatti è proprio questo il nucleo vivo e pulsante del nuovo spettacolo dell'artista bolognese: la necessità assoluta e contemporanea di vivere collegati con altre vite, altri orizzonti, altre esperienze, non necessariamente e solamente umane che ci possono così permettere percorsi oltre l'io finito per espandersi verso un "noi" veramente universale.

In chiusura di week end, l'apertura domenicale del teatro non deluderà gli appassionati di operetta; il 14 febbraio, giorno di San Valentino, appuntamento con il primo e più importante titolo della storia del genere, La vedova allegra, in un allestimento sontuoso di scene e costumi che non rinuncia però all'innovazione, nel rendere ancor più brillante e coinvolgente il copione, affidandosi ad un agguerrito cast di giovani ma esperti attori.

Il grande teatro di prosa torna a calcare la scena del Toniolo dal 17 al 21 febbraio. Le dinamiche di coppia sono al centro dell'attenzione in Provando... Dobbiamo parlare, lavoro scritto e diretto da Sergio Rubini, anche protagonista sulla scena accanto a Fabrizio Bentivoglio, Maria Pia Calzone e Isabella Ragonese. Due coppie, agli antipodi per stile di vita e filosofia esistenziale, si trovano in un faccia a faccia notturno che, senza esclusione di colpi, metterà a nudo debolezze e contraddizioni da ambo le parti. Una gara di bravura tra quattro ottimi interpreti, per un appuntamento da non perdere.